Utente 502XXX
Salve dottori, vi scrivo perché avrei bisogno di aiuto, per conto del mio compagno. Il mio compagno soffre da ormai circa un anno di bruciori durante la minzione, fastidi all'interno del'ano, dolore alla prostata e sopratutto emissione di parecchia aria nelle urine. È stato curato inizialmente con Ciproxin 1000, dopo aver fatto l'esame delle urine ed è risultato positivo all' E.Coli. La situazione è peggiorata quando, oltre al gas emesso con le urine, abbiamo trovato anche residui di cibo. Spaventati ci siamo rivolti al pronto soccorso più vicino, la quale ci hanno detto che molto probabilmente era una fistola, ma era strano vista la sua giovane età (29 anni) e al non aver subito mai interventi. Ci hanno rimandato a casa dicendo che dovevamo consultare un urologo, e che li al pronto soccorso in quel momento non era presente. Ci siamo rivolti così ad un urologo che gli ha prescritto un urografia. Vi scrivo qui l'esito:
"L'esame radiologico non ha messo in evidenza immagini riferibili a calcoli urinari. Dopo sommistrazione di mezzo di contrasto iodato si evidenzia una pronta eliminazione di esso con buon effetto nefrografico bilateralmente.Normale morfologia dei reni e delle cavità calico-pieliche del rene destro.A sinistra invece si osserva ectasia dell'ampolla renale,compatibile in prima ipotesi con la sindrome del pielouretelerale.Regolare deflusso ureterale bilateralmente.La vescica ha mostrato una irregolarità del profilo anteriore, che necessità di integrazione diagnostica in prima istanza con esame ecografico e si è svuotata quasi completamente. Non sono stati visualizzati traumi fistolosi". Il radiologo ci ha subito informato che non si vedevano fistole, ma visto i sintomi che il mio compagno ha, il radiologo ha detto che la fistola c'è sicuramente ma da qualche altra parte. L'appuntamento con l'urologo è tra qualche settimana, quindi, potrei chiedere un vostro parere sulla situazione? Che esami fare? E una spiegazione sul referto dell'urografia. Data la perplessità dei medici al ps è davvero così " strano" avere una fistola a questa età, e come avviene ciò? Grazie davvero. Attendo risposta. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La situazione merita certamente molta attenzione, poiché le fistole tra intestino e vie urinarie sono di per loro abbastanza rare, tantopiù in giovane età ed in assenza di altre importanti cause (es. precedenti interventi chirurgici). L'urografia è un esame radiologico caduto in disuso ormai da parecchio tempo, tranne che per indicazioni molto particolari, poiché praticamente soppiantato dalla TAC (o meglio uro-TAC) che permette con una sola indagine di acquisire molti più dettagli ed elementi di giudizio. Noi riteniamo che ora sia questa l'indagine da eseguire, per aiutarci a comprendere qualcosa di più di una situazione peraltro abbastanza misteriosa.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Grazie davvero dottore, provvederemo allora con URO-TAC. Cordiali saluti.