Utente 505XXX
Gentili Medici,

sono un ragazzo di trent'anni, fortemente ansioso e ipocondriaco. Una delle mie più grandi preoccupazioni riguarda i testicoli: da un paio di anni ho scoperto la necessità della palpazione mensile, che però trovo operazione estremamente difficoltosa. Ogni volta mi faccio prendere dall'ansia e mi concentro su particolari che non capisco se siano sospetti o meno, impiego molto tempo a effettuare la manovra, la ripeto e ripeto di nuovo per essere sicuro delle mie sensazioni.

Proprio per calmare la mia ansia, 30 giorni fa ho eseguito ecografia testicolare. Il medico mi ha detto che i miei testicoli sono perfetti, perfettamente sani, senza cisti, varicocele o segni di floglosi.

Ieri sera, dopo 29 giorni dall'ecografia, ho deciso di eseguire la mia solita palpazione mensile. Dapprima, toccando il testicolo dx al polo superiore senza afferrarlo, ho avvertito una sorta di pallina di 2-3 mm max, mi è parsa mobile al tatto e non attaccata al testicolo. Dopodiché, avvolgendo il testicolo correttamente tra pollice e indice e seguendone tutta la superficie, non ho più sentito la pallina: solo una superficie perfettamente liscia, su tutte le facce del testicolo e anche al polo inferiore e superiore. Sopra e sotto, rispettivamente, la testa e la coda dell'epididimo, come al solito. La mia ipotesi è che la pallina avvertita subito non fosse altro che la testa dell'epididimo, magari in una posizione "insolita", dato che non avevo afferrato il testicolo, non seguivo la sua superficie e il dito era libero di muoversi, avvertendo anche altre strutture anatomiche.

Da buon ipocondriaco, però, mi faccio prendere dall'ansia e mi chiedo se quella pallina non fosse forse qualcosa di patologico, che poi mi è sfuggito alle palpazioni successive.

La mia domanda allora è: dopo appena 29 giorni da un'ecografia, potrei già aver apprezzato una formazione sospetta di qualche millimetro? Qualora non fosse così, per quanto tempo dopo un'ecografia testicolare posso stare assolutamente tranquillo?

Purtroppo la palpazione è una delle cose che genera in me più ansia. Il mio medico di base sostiene che in un soggetto come me sia più dannosa che altro, per ragioni psicologiche. Lui dice che i tumori al testicolo sono ben apprezzabili durante le normali pratiche igieniche e sessuali, che un uomo dotato di una buona confidenza con i propri genitali se ne può accorgere senza dedicare un momento mensile specifico all'esplorazione sistematica della parte, e che il problema reale sono tutti quegli uomini che non maneggiano mai i propri testicoli. Questo ragionamento un po' mi tranquillizza, perché se un tumore davvero può essere scoperto durante ordinarie operazioni igieniche, forse allora i particolari su cui sempre mi concentro e pongo mille domande sono solo mie paranoie, e la prevenzione testicolare è una prassi semplice e "ordinaria".

Mi piacerebbe però avere in proposito un vostro parere.

Grazie davvero per l'attenzione e per il servizio gratuito che svolgete

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se circa un mese fa con "un'ecografia testicolare. Il medico le ha detto che i suoi testicoli sono perfetti, perfettamente sani, senza cisti, varicocele o segni di flogosi...” si tranquillizzi.

Senta il suo andrologo di riferimento e poi forse potrebbe essere utile iniziare un percorso psicologico per capire e risolvere la sua “ipocondria”.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Gentile Dottore,

grazie mille per la risposta. Ho già programmato un primo colloquio con uno psicologo per affrontare il mio problema.

Il mio andrologo di riferimento ha visto l'esito dell'ecografia appena l'ho fatta, e ha detto che va tutto bene.

Un cordiale saluto, grazie di nuovo!

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!
Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com