Utente 511XXX
Buonasera a tutti.
Mi chiedevo se qualcuno in questo sito può aiutarmi con il mio problema.
Mi sono già sottoposto a decine di visita nella mia regione senza trovare soluzione alcuna, quindi chiedo se qualcuno può aiutarmi...sono a disposto a muovermi nel nord italia per venire a fare un consulto di persona.
Ho subito un banale intervento, o tale doveva essere. Una circoncisione per una parafimosi causata dal proliferare del lichen sclerosus.
Non mi soffermo sui problemi di irritazioni, rossori perchè nonostante i lievi fastidi non mi arrecano disagio nella vita di tutti i giorni, ne della malattia di la peronye subentrata circa un anno dopo l'intervento che ha causato un incurvamento del mio pene verso alto e leggermente a sinistra di (circa) una trentina di gradi.
I problemi che mi disturbano arrivano da dei gonfiori che subentrano spesso che rendono più lenta e disagiata la minzione....e dalle erezioni che partono camminando, andando in bici...creandomi notevoli fastidi per lo strusciare del glande nei boxer.
Insomma, sono ridotto a fare una vita molto sedentaria, e non vedo l'ora di arrivare a sera per levarmi gli indumenti e farlo sgonfiare.
La mia sensazione, avvallata da un paio di dermatologi ma che non ha trovato conferma negli urologi, è che la cicatrice sia molto stretta e che sia stato levato piu prepuzio del necessario, rendendo le erezioni dolorose per un paio d'anni. La prova ne è che nei punti di massimo tiraggio, figurano quasi sempre dei rossori.
Mi è stata proposta, senza troppa convinzione, una revisione ma senza rassicurazione alcuna....io farei qualsiasi cosa, ma vorrei la certezza di risolvere il problema.
Rimango a disposizione per qualsiasi domanda abbiate e, come già scritto, sono a disposizione a prendere appuntamento per una visita....purchè ci sia la volontà di darmi aiuto.
Il pene, visto in fase normale, a parte alcune aderenze e qualche nodulo da un lato sembra assolutamente normale....la cosa che mi sconvolge è che nessuno mi ha mai chiesto di vederlo in erezione, o di vederlo in fase di minzione...o di vedere come va in erezione camminando o solamente facendo cyclette....mi è stato solo risposto...che non è possibile e non può essere.
Grazie ancora.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore
per un problema come il suo sembrerebbe fondamentale vedere il suo pene in riposo, flaccido, ed in erezione (magari indotta con vitaros o caverjet) per capire se sia ancora presente un restringimento fimotico, se sia presente una curvatura dell'asta significativa, e se il paziente riesce ad ottenere una valida erezione, meglio se verificata con il colordoppler.
Per quanto ne so, i dermatologi non effettuano questo tipo di accertamenti
veda di consultare un valido andrologo o provi ad inviare qualche foto del suo pene
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 511XXX

Buongiorno Dott.
innanzitutto la ringrazio per la risposta.
Volevo dirLe che ho già effettuato una rsm e una eco con iniezione di prostaglandine con la quale ho avuto una "erezione modesta"...di solito invece, ho delle erezioni soffisfacenti, come prima della circoncisione e del successivo incurvamento.
Comunque questi esami sopracitati, partiti da mia iniziativa per cercare di capire la causa dei gonfiori e delle erezioni continue, hanno evidenziato un inspessimento della tunica albuginea nella parte dorsale con la formazione di una placca di IPP.... il che spiega l'incurvamente creatosi (in primo momento anch'esso snobbato dai medici e poi convertitosi in circa 30 gradi)
comunque, fermo restando il discorso curvatura già affrontato con alcuni specialisti il cui consiglio spassionato è stato "lasciamo cosi perchè "la curvatura non è tale da precludere la penetrazione e la placca non è evidente alla palpazione quindi sarebbe difficile il trattamento con la collagenasi" ...mi hanno dato da fare alcuni cicli di peroinimev plus, il dolore dopo alcuni è mesi è passato, e la curvatura sembra essersi stabilizzata.
il discorso che mi freme affrontare con Lei è quello riguardante i gonfiori (solo stando qualche ora nei boxer), al getto deviato verso l'alto quando faccio la pipi in fase di gonfiore....e le continue erezioni anche solo camminando.
mi dica dove posso inviarLe le foto e cosa esattamente devo fotografare....se pensa sia meglio mi posso organizzare per venire a farmi visitare.
So che le sembrerà assurdo, ma al lunedi mattina mi alzo con un pene normale e arrivo al fine settimana con un pene che non sembra il mio....gonfio, contratto, con un continuo aumento delle menzioni durante la settimana...uso il fine settimana come "recupero".
Grazie ancora