Utente 520XXX
Buonasera, volevo avere delle informazioni su cosa dicesse questa diagnosi di un urologo
https://imageshack.com/i/pmrqf7HVj
perché è stata diagnosticata ad una donna di 60 anni (mia madre) mentre non ero presente e non sono in grado di interpretarla. Volevo sapere se fosse preoccupante o meno.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Per ovvi motivi di sicurezza noi non possiamo aprire allegati di alcun tipo. Se desidera il nostro parere, le chiediamo per favore di riportarci integralmente il testo di questo documento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 520XXX

dati anamnestici: sosp neoformazione vescicale ad eco occasionalmente riscontrata

uretrocistoscopia
uretra pervia a cistoscopio ch17

mucosa vescicale in alcuni punti iperemica come da esiti di recente flogosi ostii ureterali in sede liberi da neoformazioni

presenza in parete laterale sin di lesione papillare ca 2.5 con peduncolo vascolare e apparentemente asse fibrovascolare singolo

si consiglia: TURV

continuare terapia antibiotica domiciliare con Laevoxacin 500... per 5 gg

si richiede TAC e addome e pelvi senza e con mdc

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si tratta di una neoformazione verosimilmente superficiale della parete laterale sinistra della vescica di discrete dimensioni (25 mm). Si conferma la necessità di asportazione endoscopica (TURV). Si tratta comunque di un intervento moderatamente invasivo, eseguito in anestesia perlopiù periferica ed in regime di ospedalizzazione diurna nella maggioranza dei casi. In base agli esiti dell'esame istologico eseguito sul materiale asportato si definirà la diagnosi definitiva e l'eventuale necessità di ulteriori terapie.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 520XXX

il dottore ha effettuato già una endoscopia e ha rassicurato la paziente, è possibile già avere un responso attendibile con questa anali?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La TAC viene eseguita a completamento degli accertamenti, ma come abbiamo già scritto la diagnosi definitiva può avvenire solo con gli esiti dell'esame isto-patologico effettuato sul materiale asportato.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 520XXX

si ma, come le ho detto, dopo l’endoscopia il medico ha rassicurato la paziente sostenendo che non fosse nulla. Sicuramente saranno necessari altri accertamenti, però mi chiedo se sia anche possibile avere un responso abbastanza attendibile dopo l’endoscopia (fermo restando che deve fare altri esami), altrimenti non mi spiego il fatto che il dottore abbia detto non è proprio niente non si preoccupi o cose così

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Beh ... non si tratta presumibilmente di una situazione grave e preoccupante .... ma l'intervento deve comunque essere eseguito entro tempi accettabili di 40-60 giorni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 520XXX

va bene, grazie della disponibilità dottore, mi sento un po’ meno agitata