Utente 509XXX
Gentilissimi dottori,
sono un ragazzo di 27 anni.
Qualche giorno fa ho avuto un dolore di tipo puntorio a livello del rene sinistro (dove da anni mi si diagnostica saltuariamente della renella e dilatazione dei calici). Dopo qualche giorno, per la prima volta in vita mia, ho iniziato ad avere un bruciore/dolore a livello della vescica: un dolore ben definito e sempre nello stesso punto.
E da una settimana circa ho notato che spesso avverto un inusuale sgradevole odore genitale, nonostante la mia igiene intima sia regolare ed equilibrata.
Aggiungo anche che è capitato qualche volta che dopo l'eiaculazione abbia avuto un leggero doloretto uretrale che si è autoestinto nel giro di pochi minuti.
Questi eventi possono essere connessi tra di loro?
Come muovermi?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se vi sono dei precedenti riscontri di "renella" ovvero una certa predisposizione alla formazione di calcoli, il primo sospetto è che vi sia qualcosa in migrazione tra il rene e a vescica. Dovrà pertanto essere sollecitamente eseguita qantomeno una ecografia dell'addome.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 509XXX

Salve, sono stato dal mio medico di famiglia che mi ha prescritto una ecografia dell'addome superiore. va bene così?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certo, il primo passo è sicuramente questo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 509XXX

Gentilissimo dottore, torno a disturbarla perchè a distanza di un mese dall'ecografia (che non aveva ritrovato niente di anomalo se non la presenza di piccolissimi spots quasi invisibili nel rene sx) ritorno ad avere un bruciore alla vescica. E' un bruciore di tipo sordo e non urente che può essere vagamente paragonato al bruciore di stomaco. A questo si associa anche un piccolo doloretto.
I due sintomi non durano tutta la giornata ma stanno diventando sempre più insistenti.
Il fastidio ai reni è invece scomparso.
Come devo comportarmi? Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il sospetto è quello della presenza di un piccolo calcolo immediatamente a monte della vescica. Si può ripetere l'ecografia oppure passare ad un livello superiore di indgini con l'esecuzione di una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 509XXX

Gentile dottore, la ringrazio innanzitutto della risposta così esaustiva e veloce.
Vorrei chiederle se possa essere utile fare una urinocoltura e una ecografia della vescica prima di fare eventualmente una TAC (non ho mai fatto l'ecografia alla vescica ma solo ai reni).
Grazie ancora.

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Dipende dall'entità del disturbo e da quanto apprezzabile alla visita diretta.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 509XXX

Gentile dottore,
il mio medico di famiglia non ha voluto prescrivermi la tac pertanto mi ha prescritto:
visita urologica, esame chimico fisico delle urine ed urinocoltura.
E' un iter corretto? La ringrazio del suo tempo e della professionalità.

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Valuterà dunque lo specialista.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing