Utente 364XXX
Salve,

avendo problemi con l'apparato urinario, dovuto a disturbi con urgenza ad urinare, bisogno di urinare spesso, e flusso debole, mi sono recato da urologo per una visita; ho fatto urinocoltura e spermiocoltura tutte e due negativi, psa negativo, ecografia renale ok, mentre per uroflussometria e ecografia prostata e vescica metto in calce diagnosi:

Uroflussometria:
Congruo il volume urinario espulso, indici uroflussometrici inferiori rispetto alla norma (Qmax 10 ml/s VV400 ml) morfologia della curva irregolare.Residuo post-minzione trascurabile.

Ecografia:
La vescica, esaminata per via sovrapubica risulta sufficientemente repella. Pareti con l'aspetto dell'ipertrofia detrusoriale; non processi neoformati sospetti per eteroplasia. La prostata appare di volume ai limiti superiori DT 45mm con ipertrofia del labbro posteriore.Aspetto disomogeneo come per flogosi cronica.
Nulla da segnalare a carico del tratto terminale degli uretre dove si evidenzia regolare jet urinoso. Residuo PM trascurabile.

Il medico consiglia una uretrociscoscopia e mi ha prescritto omnic.

Secondo lei è necessario fare la uretrociscoscopia. successivamente quali passi devo fare? ci sarà bisogno di un intervento? sono un po preoccupato

Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'indagine endoscopica è certamente indicata, poiché solo in base ad essa si potrà decidere se vi siano o meno indicazioni ad un intervento endoscopico disostruttivo sul collo vescicale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 364XXX

Grazie unica cosa si può fare in anestesia visto che è doloroso ho fatto un tampone uretrale e mi basta il dolore sopportato. In più non si potrebbe dare direttamente una endoscopia e intervento insieme in caso?
Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certo, si tratta di procedure da eseguire in anestesia. Accordandosi preventivamente con l’operatore si può pensare di far seguire immediatamente la sezione / resezione del collo vescicale se la diagnosi di stenosi venisse confermata. Il fatto di agire in due tempi deriva dall’abitudone di lasciar meditare al paziente le indicazioni, considerata la probabile riduzione o perdita della fertilità, ma alla sua età in effetti questa potrebbe non essere più una priorità.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing