Utente 181XXX
buongiorno,
cinque anni fa a seguito di turp(dopo due biopsie negative e PSA costantemente sopra 11 ng/ml ) mi venne fatta diagnosi di adenocarcinoma prostatico. Fui curato con blocco androgenetico e radioterapia IMRT.
Oggi dal punto di vista ocologico va tutto bene, tuttavia ho sempre fastidi irritativi come bruciore perineale sopratutto nella posizione seduta, con i quali convivo. Ho eseguito una ecografia prostatica transrettale la cui conclusione è stata: lieve flogosi prostatica.
Vengo alla domanda: mi ero fatto l' idea che, tra turp e radioterpaia, di tessuto nobile prostatico non fosse rimasto più niente da potersi infiammare, evidentemente non è così, vorrei avere le vostre considarazioni anche in base alla vostra esperienza.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La radioterapia agisce sulle cellule tumorali (questo è il suo scopo ...) ma certamente non distrugge tutto il resto della ghiandola prostatica, che continua bene o male ad esistere e ad andare incontro a possibili problemi. Anzi, è la stessa esposizione ai raggi che può indurre, anche dopo molti anni, a fenomeni di irritazione cronica. La situazione andrebbe comunque indagata, non solo dal punto di vista di un controllo oncologico. Riferisca specificatemente i suoi disturbi al suo urologo di riferimento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 181XXX

buongiorno dott. Piana, la ringrazio infinitamente della sua diponibilità...
quindi teoricamente è possibile anche una recidiva dell' Ipertofia benigna
grazie ancora