Utente 351XXX
Carissimi,
Scusatemi per il disturbo, ma avrei bisogno di un consulto.
Parto da un po’ più indietro per cercare di essere quanto più esaustivo è chiaro possibile.
Da un po’ di tempo, credo addirittura da qualche anno, ho notato che il testicolo destro è molto più sensibile del sinistro e ,ogni tanto, quando lo tocco, provo un dolorino, tuttavia, dopo qualche secondo passa tutto. Non si fa sentire sempre, ma ogni tanto, tuttavia, pensavo fosse così sensibile a causa,magari, di mutande e pantaloni un po’ stretti che mi comprimevano i testicoli, maggiormente il destro.
Settimana scorsa, tocco il testicolo destro e riprovo quella sensazione di dolore, alche’ inizio a preoccuparmi e ha cercare spiegazioni su internet... Non vi dico che esce IMMEDIATEMENTE la parola Tumore .
Preoccupato, ho iniziato a palmarmi, come consigliava il sito, solo che devo averlo fatto abbastanza forte. Comunuque, al tatto non ho sentito nulla, questa volta.
Il giorno dopo,però, inizio a sentire un dolore strano alla zona del pube che si irradiava tra il fianco destro, inguine e gamba destra.
Preoccupato, sono andato dal medico curante e mi ha visitato completamente, tastando i testicoli, ma non ha trovato versamenti o altre formazioni strane che potessero insospettirlo. Poi mi ha tastato pancia e fianco (sia parte destra che sinistra) e mi ha detto che ho un po’ di colon infiammato.
Mi ha prescritto un integratore Medargan da prendere 2 volte al di’ Dopo ai pasti.
Tuttavia, il dolore al fianco non è passato, e arriva ad ondate non frequenti, ma c’e’.
L’altro ieri notte, ho fatto uno sgarro, e ho mangiato dei rustici e un po’ di torta al compleanno di una mia amica e di notte non riuscìvo a trovare una posizione che potesse farmi passare il dolore. Ancora una volta, il medico mi ha detto che è colpa dell’infiammazione e dell’alimentazione e che non trova la necessità di approfondire oltre.
Ora, io sono un soggetto ipocondriaco, anche a seguito della morte di mio padre (a 50 anni) dovuta ad un cancro al colon.
La mia domanda è: Dovrei preoccuparmi? Dovrei fare ulteriori controlli come vorrei? Devo fidarmi del mio medico?
Ho iniziato la cura martedì sera, ma
Ancora non trovo grandissimi benefici.
Intanto, urina e feci sono apposto (senza traccia di sangue), tranne stamattina che ho avuto mal di pancia e sono andato di corpo parecchio molle.
Grazie in anticipo delle vostre risposte.
Vi saluto,
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ci pare che in questa sua situazione si sovrappongano due elementi, purtroppo conditi ed amplificati da parecchia ansia:
- una elevata sensibilità costituzionale del testicolo destro, eventualmente accentuata da maldestri tentativi di auto-palpazione;
- un'intestino un po' ribelle e meritevole di qualche attenzione in più.
I tumori del testicolo non si sviluppano in pochi giorni. Diciamo che le sue attenzioni dovrebbero essere ora concentrate sull'intestino. In ogni caso, ricordi che ogni maschio dovrebbe sottoporsi ad un controllo urologico almeno una volta ogni 10 anni (anche in assenza di disturbi), quindi questa potrebbe essere doppiamente una buona occasione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 351XXX

Gentilissimo Dottor Piana,
Grazie mille per la sua risposta.
Purtroppo, sono un soggetto che ha parecchia ansia e soffre di ipocondria (un paio d’anni fa, sono finito in terapia presso una psicologa), quindi tendo ad essere sempre molto sensibile quando si tratta di questi argomenti.
Stanotte, ho notato che mi era salita la temperatura a 37.3 e già mi sono immaginato che avessi chissà che malattia grave, quindi stamattina ho contattato il mio medico curante che mi ha assicurato dicendomi che,purtroppo, sto vivendo un nuovo stato ansiogeno, ampliato dal periodo (mi ha fatto notare che,ogni anno, attorno a questo periodo, mi viene sempre un nuovo attacco ).
Comunque sia, mi ha rassicurato dicendomi che,sicuramente, sto soffrendo di condizione ansiogena che mi sta provocando anche inappetenza e scariche di diarrea.
Cosa intende per intestino un po’ ribelle ? Perché io ho sempre associato questi disturbi gastrici agli Stati ansiogeni, ma potrei indagare più a fondo.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Lei ci ha parlato di diarrea e comunque dolori addominali diffusi di assai probabile origine intestinali, associati agli stravizi alimentari (ma cosa sono i rustici?)
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 351XXX

I rustici (almeno qui a sud) sono pizzette, sfoglie al prosciutto, bombette al prosciutto (sorta di panini ripieni di prosciutto a forno) e arancini (che non ho mangiato,però).
Comunque, si ho un po’ di diarrea...

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ah ... cose buone allora!
Segua le nostre indicazioni generali ed i consigli specifici del suo medico curante e stia sereno, soprattutto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 351XXX

Ehm, sì, diciamo che e’ Tutta roba leggera .
Comunque sia, grazie mille del consulto e del suo tempo.
Le auguro una buona serata e un buon fine settimana.
Grazie ancora.