Utente 474XXX
Buongiorno.
Vorrei chiedere un parere e un consiglio. Ho 58 anni e da 7/8 anni ho un'ipertrofia prostatica benigna asintomatica, con PSA nella norma. Non ho bruciori e quando urino mi sento ben svuotato. Rare volte mi è capitato di alzarmi per urinare la notte, ma perchè avevo urina da fare e non perchè sentivo lo stimolo e basta. Voglio dire, non ho stimolo se non ho urina da fare.Nel 2013 ho fatto la visita urologica e poi mai più fatta. Il mio medico dice che se sto bene e non accuso alcun disturbo posso anche non farla. Chiedo se devo farla o se posso evitarlo, visto che non è che gradisca molto l'esplorazione rettale. Aggiungo...oltre al PSA, ogni anno eseguo eco addome completo e l'ipertrofia è sempre stabile, 2,8/3 cm di adenoma e prostata di diametro DT e DL 5 x 4. Il radiologo mi ha detto che per avere 58 anni è nella norma.fisiologica.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ogni maschio dovrebbe sottoporsi ad una visita urologica almeno una volta ogni 10 anni, anche in assenza di disturbi. Un certo ingrossamento della prostata dopo i 45-50 anni è fisiologico, se lei non avverte alcun disturbo e controlla il PSA con cadenza biennale, in effetti non c'è asosluto bisogno che venga a trovarci di persona! D'ogni modi, ringrazi pure che sia possibile valutare la prostata con molto dettaglio per palpazione diretta, questo purtroppo non accade per la maggior parte degli altri organi e fa risparmiare tempo e soldi in accertamenti diagnostici.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 474XXX

Si ha ragione..però i motivi sono 2: il primo riguarda appunto il non avere voglia di un'edplorazione rettale in assenza di sintomi. Però su questo opunto convergo con lei e con l'intelligente abiezione che mi ha fatto. Il secondo motivo è che dovrei andare a pagamento, visto che senza urgenza l'appuntamento sarebbe tra 1 anno. Secondo lei ha senso andare a spendere soldi?
La cadenza del controllo PSA è annuale e non biennale.
Ma l'ecogradia sovrapubica è già indicativa? Quantomeno è utile? Grazie per la risposta e pr la geniliezza e sopratutto estrema chiarezza.

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La cadenza del controllo viene decisa dallo specialista in base ai valori ottenuti e ad altri fattori rilevati alla visita. In linea di massima per valori inferiori a 2 ng/ml il controllo biennale è sufficiente. Per il controllo specialistico, siamo convinti che se si guarda un po' intorno sarebbe possibile trovare posto ben prima di un anno anche in ambiente pubblico. Certo non si deve fermare alla prima struttura vicino a casa.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing