Utente 626XXX
salve
uomo 47 anni 55 kg non fumo non bevo, mai avuto problemi di alcun genere.

effettuando i normali controlli sangue/urine che faccio ogni anno per la prima volta nell'esame delle urine sono presenti eritrociti nel sedimento 16 quando il range è Fino 15 e emoglobina 0.03 mg/dL quando il massimo è 0.03 tutti gli altri valori sangue e urine son o Ok.
valori PSA 0.88

siccome sono 2 notti che urino piu' frequentemente ma sempre SENZA alcun tipo di dolore solo una leggera sensazione di "freschezza" nell'uretra e getto urinario non molto potente... ho deciso di fare una visita urologica con ecografia prostatica.

esito:
E.R. prostata x1, liscia, parenchimatosa, a margini netti, non sospetta
All'esame condotto con sonda endorettale, la prostata presenta una forma grossolanamente triangolare e simmetrica,
misurando 53.2x27.9x39.9 mm (LL x AP x CC) per un volume complessivo pari a circa 30 cc.
E' presente formazione adenomatosa centrale simmetrica con diametro massimo di 27.9 ad ecostruttura omogenea.
Presenza di alcune calcificazioni lungo il piano di clivaggio chirurgico dell'adenoma ed in sede periuretrale.
La porzione periferica della ghiandola presenta ecostruttura diffusamente omogenea in assenza di lesioni a focolaio in
atto.
Vescicole seminali in sede, normoconformate.
Echi capsulari conservati bilateralmente.
Assenza di dilatazione dei plessi venosi periprostatici.

INDICAZIONI
- eseguire UFM + RVPM
- eseguire ecografia apparato urinario
- ripetere tra 1 mese esame urine
- controllo ad esami eseguiti

purtroppo il medico non e' stato molto esaustivo quindi sono a chiedere a lei, questi esami prescritti sono proprio necessari o sono a scopo preventivo?.. puo' tradurmi il referto in parole semplici?, ho la prostata ingrossata o sono valori che ritiene nella norma?

e' normale che il getto di urine si sia abbassato negli ultimi anni e che la mattina o la notte e' molto piu' debole che nel pomeriggio?
non bevo molto, meno di 1 litro..

grazie della comprensione
saluti
Ivan

[#1]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
20% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2019
Gentile Utente, l'ecografia mostra reperti sostanzialmente normali, ad eccezione di calcificazioni prostatiche, verosimilmente in esiti di pregresse infiammazioni della prostata.
Un volume prostatico di circa 30 cc indica una modesta ipertrofia prostatica, che può causarle o meno ostruzione al flusso urinario.
Concordo in pieno con glli esami che le ha richiesto il Collega, in quanto mirano a valutare la presenza o meno di una ostruzione al flusso urinario (uroflussometria e valutazione del residuo post-minzionale) e ad escludere che la microematuria sia causata da cause diverse quella prostatica (ripetizione dell'esame urine ed ecografia apparato urinario).
Esegua gli esami e ritorni con serenità dal Collega che ha avuto il privilegio di visitarla.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese

[#2] dopo  
Utente 626XXX

Salve,
Ho effettuato entrambe le visite, ecografia app urinario e flussimetria.
Ecografia tutto nella norma
Uroflussimetria non troppo.. tracciato compatibile con quadro di ostruzione cervico uretrale di grado medio severo Rpm trascurabile.
Preciso che quando ho urinato avevo la vescica che stava per esplodere...
Lui consiglierebbe Tamsulosin ... dice che non ha controindicazioni o effetti avversi..
Total time 1min 33 sec
Volded volume 283ml
Qmax 9ml sex
Qave 4 ml sec
Time omax 00.09

In poche parole che problema avrei?..
La prostata non è ingrossata è solo poco elastica? Il referto cosa dice..

La ringrazio di cuore

[#3]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
20% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2019
Concordo con diagnosi e terapia del collega.
I parametri della uroflussometria sono nettamente patologici per cui la cosa più probabile è che lei abbia una ostruzione al flusso o a livello del collo vescicale (malattia di Marion o sindrome del collo vescicale) o un'ostruzione a livello prostatico (la prostata, anche se poco aumentata, in alcuni casi può "strozzare" l'uretra). Poco le cambia sapere di quale delle due si tratti perchè la terapia medica è la stessa. Bene la tamsulosin. Ogni farmaco può avere effetti collaterali, anche se nella minoranza dei pazienti. Nel caso della tamulosin quelli che più frequentemente vengono riferiti dai pazienti sono l'eiaculazione retrograda (potrebbe non vedere uscire lo sperma al momento dell'orgasmo perchè lo sperma potrebbe andare in vescica), capogiri da abbassamento di pressione nei cambi di posizione da seduto/sdraiato all'impiedi, cefalea.
Spero sia tutto chiaro.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese

[#4] dopo  
Utente 626XXX

Grazie mille,
Le prometto che dopo non la sisturbo piú, dato che sono ipoteso 60/100 e soffro da sempre di giramenti quando abbasso la testa o mi alzo di scatto, sono proprio gli effetti che non posso tollerare..
non è possibile provare con il principio attivo naturale Serenoa Repens e vedere come va?

Le faccio un esempio colesterolo tot 242 un cardiologo mi dava la statina e l'altro un prodotto naturale simile alla statina.. dopo 3 mesi ora sono a 187..

Secondo lei è possibile che questa possibile ostruzione che tra l'altro solo da pochi giorni l'ho notata può essere dovuta a sforzi fisici che non sono abituato. Ho fatto tre sedute di pilates e dopo ho notato ci ..
Oppure che abbia un pò di infiammazione?.. un fans per 2/3 giorni?..

Conviene anche ripetere l'esame se vedo un miglioramento o quel tipo di esame non può avere falsi negativi o positivi?.. ripeto che la vescica mi scoppiava..

Mi farebbe molto piacere se mi potesse fornire un parere sulla funzionalitá dell'integratore elencato sopra

Grazie di cuore

[#5]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
20% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2019
Le cose sono un po' diverse. Per ridurre il colesterolo, sia la statina che il riso rosso fermentato (che ha una statina naturale) hanno esattamente lo stesso meccanismo d'azione e peraltro possono dare gli stessi effetti collaterali anche se in percentuale diversa. In sostanza l'una è la versione purificata e più potente dell'altra.
Per quanto riguarda la Serenoa repens, è ottima per l'infiammazione prostatica ma richiede diverse settimane per inziare a dare effetti concreti. La tamsulosin e gli altri farmaci della stessa classe (alfa-litici) agiscono sulle cellule muscolari lisce del collo vescicale e della prostata per cui il meccanismo d'azione è diverso! Ne consegue che, in caso di ostruzione al flusso, il secondo è decisamente più indicato. In riferimento alla pressione bassa costituzionale, effettivamente può essere un problema per la terapia. Purtroppo tutti i farmaci alfa-litici possono dare questi effetti collaterali anche se con percentuali diverse. In teoria il più sicuro per lei è la silodosina, anche se ho visto "svenimenti" anche con quella.
Vista la situazione e i suoi dubbi circa la condizione poco fisiologica dell'esame, convengo con lei che una ripetizione dell'uroflussometria sia la cosa più sensata.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese

[#6] dopo  
Utente 626XXX

Salve Dott,

Ho effettuato il nuovo esame..

Volume 225ml
Qmax 14
Qave 6
Total time 01.24

Come pensavo meglio di ieri.. mi conosco troppo bene...

Ora considerando il quando completo e corretto può suggerirmi se intraprendere la terapia ,per quanto tempo e con quale principio attivo considerando i miei problemi di ipotensione..

Il medico di oggi che ha fatto solamente l'esame sostiene che Alfuzosina magari al dosaggio più basso da 2.5 è quello che dá meno problemi di pressione e non da eiaculazione retrogada..

Visto i nuovi valori come ritiene il mio stato totale dell'apparato urinario?,
Come può un valore cambiare di così tanto?..
A questo punto può servire il famoso integratore naturale? (Sempre che mi confermi che non dia problemi sulla libo)...

Che problema posso avere se il flusso è scarso quando trattengo troppo e invece normale quando la faccio normalmente?, può essere solo un infiammazione senza ostruzione?.. ho preso un ibuprofene 400 per il mal di testa...

Grazie mille e mi scusi ancora

A presto

[#7]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
20% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2019
Gentile Utente, i parametri di flusso vanno un po' meglio ma non sono comunque normali. Le variazioni del risultato tra un esame e l'altro dipendono da vari fattori, in particolare dall'entità dello stimolo urinario e dal volume di riempimento della vescica (quanto era "piena" la vescica al momento dell'esame).
Un calo della libido con Sereno repens è teroricamente possibile ma rarissimo.
Per quanto riguarda indicazioni farmacologiche e durata del trattamento, la presecrizione deve sempre fare seguito ad una visita reale e non può in nessun caso fare seguito ad un consulto online. Questo a sua tutela perchè è solo con la visita che si hanno realmente tutti gli elementi necessari a disposizione.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese

[#8] dopo  
Utente 626XXX

Grazie,

Invece per quanto riguarda Alfuzosina dà meno problemi di eiaculazione retrogada e cali di pressione?

Ci sono possibilità che con la Serenoa il mio problema possa alleviarsi?.. magari in pi tempo, ha avuto riscontri in questo senso...
A proposito per concludere non ho ancora chiaro di cosa si tratta, posso solo capire di aver la prostata lievemente ingrossata e non avere un flusso di urina corretta, l’ecografia è nella norma.. quindi il mio flusso debole è dovuto da un ostruzione infiammazione ingrossamento non è stabilibile..

La ringrazio ancora moltissimo

[#9]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
20% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2019
Gentile Utente, l'alfuzosina causa meno frequentemente eiaculazione retrograda rispetto alla tamsulosin. Non posso dire lo stesso per quanto riguarda i cali di pressione.
Con la Serenoa il flusso urinario cambia ben poco.
Il flusso debole è legato ad una ostruzione nella maggior parte dei casi.
Per quanto riguarda il fatto che non ha chiaro di cosa si tratta, le riporto i passaggi sul parere che le avevo espresso:
"la cosa più probabile è che lei abbia una ostruzione al flusso o a livello del collo vescicale (malattia di Marion o sindrome del collo vescicale) o un'ostruzione a livello prostatico (la prostata, anche se poco aumentata, in alcuni casi può "strozzare" l'uretra)".
Più di questo a distanza davvero non si può fare per un limite intrinseco nei consulti online.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese