Utente 550XXX
Buonasera. Chiedo il Vs aiuto dopo due mesi di dolori e di pellegrinaggi tra cliniche e ospedali che però non hanno portato ad alcuna diagnosi.
Tutto iniziò due mesi fa con un dolore a metà schiena e un fastidio addominale al basso ventre, lato destro, poco sopra all'inguine. Penso a normale mal di schiena e sopporto per una decina di giorni. Sparisce il dolore alla schiena ma continua il fastidio in basso, soprattutto camminando e il dolore si irradia a volte alla gamba. Il dolore è simile ad una corda tirata, un crampo.
Il medico mi prescrive una radiografia.
- RX al bacino: nessuna anomalia, l'esito è "ARIA NELL'INTESTINO". Il dolore continua e dopo 3 settimane vado al pronto soccorso.
Guardando meglio la radiografia vengono visti due calcoli renali in vescica; dimessa con diagnosi di COLICA RENALE.
Non succede nulla e il dolore continua. Da qui inizia il tour tra cliniche e ospedali.
- Eco Addome Completo: renella rene sx, (io ho dolore a destra!) cisti ovariche bilaterali.
- Visita ginecologica: nessuna anomalia, no cisti ovariche.
- Eseguo nuova eco: calcolo renale dx 0,6cm e iniziale idronefrosi
- Visita urologica: necessità programmare ESWL
- Visita urologica per ESWL: dubbia presenza di calcolo renale, probabile mal di schiena (?!?)
- TAC ADDOME con liquido di contrasto: nessun problema urinario, fibroma uterino di 17mm
- Visita ginecologica: negativa

La mia domanda é: ma è possibile che alcuni vedano dei calcoli che poi non ci sono più? Se non sono calcoli, cosa sono??
Sono passati due mesi, continuo ad avere dolori forti a metà schiena (sia davanti che dietro) e in basso a dx.
Le uniche risposte che ho ricevuto sono state "non lo so, non me lo spiego o aspetti che passi"
Sono disperata, qualcuno può consigliarmi qualcosa per capire cosa sia? Non ce la faccio davvero più.
Ringrazio anticipatamente chiunque possa suggerirmi qualche strada non ancora percorsa.

[#1]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
20% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2019
Gentile Utente, le sue perplessità dipendono dal fatto che sia l'Rx che l'ecografia apparato urinario hanno parecchi limiti diagnostici. L'esame prinicipe per diagnosticare con certezza i calcoli renali è la TC addome (anche senza mezzo di contrasto, ma come l'ha eseguita lei, cioè col contrasto, è ancora più approfondita).
A questo punto le conviene fare una visita ortopedica (meglio se con un chirurgo vertebrale) perchè la sintomatologia potrebbe avere origine dalla colonna lombare.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese

[#2] dopo  
Utente 550XXX

Gentile Dottore, La ringrazio per la Sua risposta. Scusi per la domanda forse un po’ stupida che Le rivolgo ma la Tac non rileva problemi a livello osseo? Qual é l’esame più indicato per avere riscontri in tal senso, la risonanza?
Il problema é che ho dolore da due mesi, senza sosta e non ne posso davvero più. Non so più a che pensare né a chi rivolgermi.
Grazie
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Dario Pugliese

24% attività
20% attualità
4% socialità
ROMA (RM)
ISCHIA (NA)
TERMOLI (CB)
COLLEFERRO (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2019
Gentile Utente, ribadisco il consiglio della visita ortopedica. Sarà poi il Collega a dirle se necessita di altri esami, come la risonanza, o se va già bene quanto fatto sinora.
Cordiali saluti.
Dr. Dario Pugliese

[#4] dopo  
Utente 550XXX

Grazie Dottore. Prenoterò una visita ortopedica, come da Suo consiglio. Nel frattempo il dolore é ormai diffuso all’altezza delle costole sempre dalla parte destra (a volte anche a sinistra) sia davanti che dietro. Spero che l’ortopedico trovi una soluzione perché la situazione sta diventando davvero insostenibile.
Grazie per la Sua disponibilità