Psa oltre 12 ng/mL

Egregi Dottori,

Vi scrivo per esporre il caso clinico di mio padre, 63 anni, iperteso, cardiopatico in lieve sovrappeso, attualmente in terapia con farmaci contro il colesterolo.


All'anamnesi appena esposta si sono aggiunti problemi verosimilmente prostatici come poliuria, nicturia ed altri dusturbi inerenti la sfera sessuale riferiti da mio padre al medico (rapporto difficoltoso con eiaculazione raggiungibile esclusivamente manualmente) in seguito ai quali il medico di famiglia ha suggerito controllo del PSA, il quale, si e' rivelato superiore a 12 ng/mL.


Ci siamo immediatamente rivolti ad un urologo la cui ecografia ha rilevato, cito testualmente:
" Prostata aumentata di volume con lieve irregolarità a sinistra.
Reni in sede normoconformati.
Presenza di formazione cistica al rende destro di 53 mm.
Vescica poco distesa.
Prostata come da IPB diam.
53x38x44 mm lievemente disomogenea.
"

La terapia prescritta prevede: Antibiotico Bassado 2 volte al dì per 10 giorni; Macrostop 1 cp al dì per 3 mesi; controllo ecografico ed ematico ad un mese dalla data odierna (la visita e' stata eseguita ieri).


La domanda che Vi porgo e': l'approccio diagnostico e terapeutico posto in essere, e' corretto?
C'è, alla luce dei dati esposti, un rischio concreto di neoplasia prostatica?
Se si, quali altri esami potremmo effettuare per escludere tale ipotesi?


Mi scuso per essermi dilungata e ringrazio anticipatamente coloro i quali avranno la pazienza di leggere e rispondere.


Cordiali Saluti
[#1]
Dr. Maurizio Cerfeda Ginecologo, Urologo, Andrologo 168 4
Gentile Sig.ra, l'innalzamento dei valori del Psa è riconducibili a diverse situazioni patologiche: infiammazione della ghiandola, aumento del volume ed anche una neoplasia; è verosimile che il Collega abbia sospettato un quadro infiammatorio e prescritto terapia antibiotica; ad ogni buon conto un unico valore non può essere dirimente e sarebbe opportuna comunque una ecografia prostatica trans rettale che, pur non fornendo indicazioni precise sulla presenza o meno di una neoplasia, potrebbe confermare uno stato infiammatorio o di ipertrofia , eventualmente fornendo un parametro (Psa density) che facilita l'orientamento verso una diagnosi più circostanziata.
Cordiali saluti

Dr.Maurizio Cerfeda

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo dott. Cerfeda,
La ringrazio per la tempestività e l'esaustività della sua risposta. Mi attiverò certamente per programmare l'evografia specifica da Lei suggerita.
Cordiali Saluti.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio