Pungiglione basso ventre sinistro pochi istanti prima dell'eiaculazione

Salve, ho 30 anni, peso 57 chili e non ho rapporti sessuali praticamente da marzo 2020 ovvero quando si è scatenata la pandemia da covid 19.

Pratico ogni giorno la masturbazione e spesso ritardo l'orgasmo (lo faccio da sempre) per protrarre il piacere. Sono un soggetto ansioso e ipocondriaco e che da molto peso alle malattie e ai sintomi da sempre. Nel dicembre del 2010 sono stato operato di varicocele sinistro con legatura delle vene spermatiche di sinistra.


Vi scrivo perchè da un paio di giorni a questa parte, un istante prima dell'eiaculazione (e quindi suppongo nell'inizio della contrazione prostatica) sento un pungiglione nel basso ventre sinistro. Riesco a rintracciare il primi episodio una settimana fa mentre praticavo la masturbazione in posizione prona nel letto, simulando la penetrazione a una donna. Quel giorno ho spinto in maniera particolarmente intensa ed è li che ho riscontrato prima dell'eiaculazione il pungiglione (quel giorno é stato anche abbastanza forte). Il pungiglione sembra non verificarsi se mi masturbo in posizione eretta.
Adesso, non so se per amplificazione dei sintomi o per reale quadro clinico, vado spesso in bagno ad urinare e a volte mi sento come se non svuotassi bene (devo specificare che mi capita piu quando sono a casa e mi metto a pensare incessamente alla possibile causa).
Questa cosa mi ha destabilizzato molto psicologicamente, ho comunque provveduto a prenotare la visita urologica che farò tra due settimane e prossima settimana eseguirò esame delle urine, urinocoltura, spermiogramma e spermiocoltura da portare all'urologo.
Voglio specificare che da un paio di anni a casa uso solo i pantaloni e non le mutande perchè mi sento più comodo e non costretto.
Ho fatto un'ecografia addome completo nel febbraio del 2020 e un'altra a fine ottobre del 2020 e non è risultato niente.


Tempo fa (2015-2016) mi fu diagnosticata una pregressa prostatite (guarita) ma con alcuni segni di calcificazione il cui medico non ha dato molta importanza.
Non avevo e non ho problemi durante l'erezione.
Non ho dolori ne bruciori mentre urino e nemmeno quando eiaculo, non ho dolore alla punta del pene e nemmeno bruciore, non ho secrezioni. Il gettito dell'urina è regolare.
Qualche settimana fa ho avuto alcuni episodi di emorroidi e ho curato tutto con una crema a base di eparina, lidocaina e idrocortisone.



La mia paura è che ci possa essere un'infezione o qualcosa di più serio.
Con l'ecografia che fa l'urologo e gli esami di laboratorio che farò le cause si possono riuscire a trovare?
Anche se è un pungiglione sopportabile ormai sono entrato nel circolo dell'angoscia e sono spaventato.
Potete aiutarmi con un vostro parere su cosa potrebbe essere per favore?
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 15.9k 468 2
Caro lettore
tutti i suoi sintomi fanno pensare ad una riacutizzazione della prostatite
masturbarsi troppo non fa bene
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
Attivo dal 2010 al 2023
Ex utente
Salve, ho ritirato gli esami ed effettuato visita dall'urologo.
Nello spermiogramma e nell'esame urine risulta tutto nella norma. Urinocoltura e spermiocoltura non evidenziano batteri, o altre anomalie.
Dall'esame ecografico volume prostata 17 cc con lievi segni flogosi cronica (negli anni passati, in ordine crescente si attestava a 11,5-12,8-13). Sa indicarmi perchèquesti valori crescono?
Covid-19

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto