Fastidì rene destro dopo rirs

Gentili Dottori,
Vi scrivo per un consulto a distanza, per quanto possibile.
Dopo aver riscontrato evidente dilatazione, con eco, del rene destro, l’urologo specialista a cui mi sono affidato scopre la presenza di 2 calcoli di 12 e 6 mm, a metà dell’uretere, tramite TAC.
Entro un mese sono stato operato, esattamente il 6 Maggio e l’intervento (RIRS) è andato, a detta del mio medico, molto bene, visto che oltre ai 2 calcoli ureterali che ostruivano il condotto, il chirurgo è riuscito a togliermi dal rene altre 2 formazioni molto piccole (2/3 mm), ripulendolo completamente (almeno al momento).
Mi è stato lasciato stent JJ, che ho tolto esattamente 14 gg dopo con cistoscopia.

Arrivo al problema/quesito: dopo la rimozione dello stent (1 settimana fa), non ho avuto coliche clamorose, ma dal giorno dopo, quindi da una settimana, lamento un fastidio/bruciore al rene destro, il lato operato.
A volte sembra una puntura, altre volte un bruciore interno, altre ancora sembra scendere verso l’uretere, ma rimane comunque molto fastidioso e pressoché sempre alto, altezza rene.
Preoccupato, ho avvisato l’urologo che mi ha operato e mi sono recato oggi in visita di controllo perché anche lui riteneva importante rivedermi.
Dopo attenta ecografia mi ha detto che il rene è perfetto, sgonfio e di giusta forma.
Ha ricollegato i miei fastidì a edemi o piccole escoriazioni dati dalla presenza dello stent per 2 settimane e dalla manovra di rimozione, prescrivendomi 2 integratori ed un cortisonico per migliorare là mia percezione, rassicurandoli sul fatto che se il rene è sgonfio, di forma giusta e funziona correttamente, è tutto ok ed il fatto che a distanza di una settimana lo sia, lo rassicura.

Io, oltre al fastidio descritto, non presento altri sintomi.
Non ho bruciori intimi neanche durante la minzione, non ho sangue nelle urine già dallo stesso giorno della rimozione dello stent, anzi, le urine risultano molto chiare, non ho mai avuto febbre nè post operazione, nè post rimozione stent.

Vi chiedo: ritenete il tutto plausibile?
È normale che a distanza di 6 giorni dalla rimozione dello stent JJ io abbia un peso, senso di bruciore e fastidio al rene, ogni tanto discendente all’uretere?
Mi fido del mio urologo, ci mancherebbe, ma rivolgo per avere ulteriore consulto anche a voi il quesito visto che, dovendo allontanarmi per lavoro, non vorrei ritrovarmi in situazioni scomode o pericolose.
Scusatemi per la lungaggine, ma ho provato a spiegare bene il tutto sperando di esserci riuscito.
Grazie per l’attenzione e, spero, per la gentile risposta, oltre che per il prezioso servizio offerto.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 27k 1,3k 15
Se è stata eseguita l’ecografia e non è stata riscontrata dilatazione del rene interessato, siamo senz’altro concordi con le considerazioni e le prescrizioni del Collega. Immaginiamo che sia stato altresì consigliato di ripetere comunque l’ecografia tra qualche tempo. È pertanto molto probabile che questi disturbi vadano scemando nell’arco delle prossime 2-3 settimane. In caso contrario si approfondiranno ovviamente gli accertamenti, eventualmente con la ripetizione della TAC dell’addome.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dott. Piana della risposta.
Comunque si, l’urologo mi ha detto di rivederci tra un mese per la visita di controllo originariamente fissata (la visita di ieri è stata una tappa aggiunta per i sintomi strani post rimozione stent).
Farò la cura prescritta e speriamo passi tutto piano piano.
Grazie davvero per il consulto e buon proseguimento settimana!

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio