x

x

Cistite-prostatite o epididimite?

Salve
Sono un ragazzo di 24 anni
Da una settimana circa accuso dei dolori bilaterali (per intenderci sopra l altezza del pene zona sovrascrotale) simili a bruciore o pressione.

Per i primi giorni ho accusato lieve bruciore mentre urinavo, le minzioni giornaliere non erano sopra la media anche perchè bevo molto già di mio circa 3 litri al giorno.

Non mi sveglio la notte per andare i bagno e non ho dolori durante eiaculazioni ecc...
Al tatto non ho dolori ai testicoli e non rilevo palline ai testicoli o nello scroto in generale.

Epidimio se lo tocco con maggiore pressione da poco poco fastidio ma credo sia normale.

Ho semplicemente questo dolore bilaterale e a volte centrale all’inguine/zona pelvica.

A volte a causa di questo dolore sembra che mi facciano male i testicoli (come se si irradi) ma poi difatti così non è.

Per non omettere nulla...quando fa freddo molto spesso i miei testicoli si ritirano e bilateralmente salgono in ascensore massimo nella zona sovrascrotale e non mi hanno mai creato problemi sono così fin dalla nascità, li feci controllare all epoca.

Cosa pensate possa essere??
?

Prendo fosfomicina/monuril da due giorni per sospetta cistite prescrittami dal mio curante.

Ma i dolori non passano.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,5k 1,4k 15
Questo tipo di disturbi è più frequentemente associato a congestione/infiammazione della prostata, se non ci è febbre è meno frequente che si tratti di infezione, pertanto la somministrazione empirica di antibiotici dal nostro punto di vista è discutibile. D’ogni modo ora lei deve certamente completare la terapia e a distanza di 7-10 giorni eseguire un esame delle urine con urocoltura. Se i disturbi persistono, sarà opportuna la visita diretta di un nostro Collega specialista in urologia.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore la ringrazio per la rapida risposta..
Non ho febbre..per congestione/infiammazione lei cosa intende ??
Una prostata infiammata ma non attaccata da microbi??
La natura dell’ infiammazione quindi sarebbe in miei cattive abitutinj, tipo?
Io non bevo, non fumo
Vado spesso in bicicletta ma saltuariamente..e non ho mai mai avuto fastidi.
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,5k 1,4k 15
Cosa vorrebbe dire andare in bicicletta spesso ma saltuariamente? Non le pare un controsenso?
Le nostre a distanza sono solo informazioni di carattere generale, la presa in carico sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico spetta al nostro Collega specialista in urologia che la seguirà direttamente.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Ha ragione Intendevo dire che vado in bicicletta 3/4 volte a settimana..ma la settimana successiva è probabile che non ci vada.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve dottor Piana
Sono andato dall’urologo, ho omesso di dirvi che un anno fa ho avuto un episodio lieve di uretrite clamidia,ma risultai negativo dopo la terapia.

Ne segue:

Pregresso tampone uretrale positivo per Clamidia circa un anno fà per cui eseguita
terapia con Doxiciclina.

E.O.: Genitali esterni in sede normoconformati. Didimi ed epididimi in sede non
dolenti alla palpazione. DRE: prostata di normali dimensioni di consistenza
teso-elastica.
Si consiglia:
- Orudis 100 mg, 1 supposta la sera per 7 giorni
Visita urologica al termine della terapia con esito di:
- Esame urine ed urinocoltura + ABG
- Sprmiocoltura + ABG per la ricerca di germi comuni, clmidia e micoplasma

Ho fatto anche un ecografia
E risulta una prostata di dimensioni 3 cm cc e 3,5 cm ap
L ecografa scrive appunto di un processo flogistico.

Ho due domande come mai l’urolgo non mi ha detto che avevo la prostata infiammata ma che era tutto apposto?
E se avessi un infiammazione,è un infiammazione magari blanda che curo e va via..oppure dovró farci l abitudine?
[#6]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,5k 1,4k 15
Se la sua prostata non fosse infiammata, il Collega non le avrebbe prescritto il ketoprofene (Orudis ed altri) che infattimè uno degli anti-infiammatori più comuni in assoluto.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#7]
dopo
Utente
Utente
Okay grazie dottore ma è una situazione che regredisce nel mio caso ?
[#8]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,5k 1,4k 15
Certamente può migliorare e rimanere silente anche per lunghi periodi.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#9]
dopo
Utente
Utente
Okay la ringrazio dottore
Quello che intendevo dire
Ma è possibile che l’infiammazione sia dovuta a stress o aver bevuto molto alcool per molti giorni consecutivi.
E non ricompaia più??
Cioè mi spiego meglio..
Io non ho dolori all’ eiaculazione.
Ne mentre urino. Se non un lieve:lievissimo bruciore alla punta e non sempre.
Ho accusato semplicemente un pó di dolore sovrascrotale che con antifiammatorio sta andando via.
[#10]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,5k 1,4k 15
Le cause che lei ipotizza sono molto probabili.
Che il disturbo non torni più glielo auguriamo.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#11]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore.
Volevo chiederle se avessi una un prostata infiammata da clamidia.
Come potrei avere recidive dello stesso batterio una volta debellato.
Cioè dovrei rapporti non protetti o non sicuri con qualcuno infetto.
Mi sbaglio?
[#12]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,5k 1,4k 15
La possibilità più frequente è che questi batteri restino comunque, in bassa carica, all'interno del proprio intestino.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#13]
dopo
Utente
Utente
Quindi nel caso specifico Il batterio della clamidia puó rimanere all’interno dell’intestino?
[#14]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,5k 1,4k 15
Probabilmente in minima parte c’è sempre, anche in condizioni normali. Il problema sorge quando la carica batterica aumenta al punto da risultare aggressiva.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#15]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per le sue risposte.
E con un ciclo di antibiotico specifico si possono eliminare definitivamente questo batterio?
[#16]
Dr. Paolo Piana Urologo 30,5k 1,4k 15
Diciamo che con una terapia idonea vi sono buone probabilità di risolvere questo episodio.

Dr. Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

La cistite è un'infiammazione della vescica che si avverte con frequente bisogno di urinare, con bruciore o dolore. Si può curare con farmaci o rimedi naturali.

Leggi tutto

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test