Informazioni referto addome completo dopo intervento di pieloureteroplastica robotica rene destrp

Partecipa al sondaggio
Gentilissimi Dottori,
ho eseguito circa un mese e mezzo fa, un intervento a seguito di una Idrofenosi congenita di 3 livello a rene destro.
(Ho dovuto aspettare putroppo a seguito emergenza Covid).

Al controllo ecografico risulta:
Rene destro con nota riduzione dello spessore corticale; regolare la vascolarizzazione color-Doppler.
Attualmente si osserva un lieve dilatazione calico-pelvica con diametro massimo delle pelvi di 9mm.
Vescica poco distesa, senza evidenti alterazioni parietali e di contenuto.

Vi chiedo gentilmente, se devo preoccuparmi, considerando che non ho fatto ancora la Scintigrafia renale.

In attesa di un Vs gentile Consulto, Ringrazio
Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 39.6k 1.8k 19
Posiamo presumere che la dilatazione renale pre-intervento fosse ben maggiore, pertanto questa modesta dilatazione residua sia ampiamente accettabile, dimostri una buona riuscita dell’intervento e tutto sommato ci si possa attendere che non si modifichi ulteriormente nel tempo. Anche la riduzione dello spessore corticale, segno della precedente sofferenza renale, non verrà probabilmente recuperata, l’intervento è servito a non far peggiorare ulteriormente la situazione. La scintigrafia potrà dimostrare un modesto miglioramento della funzione renale, ma a distanza di tempo dall’intervento, anche qui l’intervento ne avrà evitato l’ulteriore peggioramanto cui sarebbe stata certamente destinata.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
Utente
Utente
Gentilissimo Dottore,
Ringrazio per la Sua celere e Professionale risposta.
Cordiali saluti.