Dati i seguenti risultati delle analisi come dovrei muovermi?

Salve, riassumo il più dettagliatamente possibile per facilitare il vostro consulto.

Tre settimane fa per la prima volta ho avvertito bruciore durante la minizione e fuoriuscita di pus di color giallastro dall’ uretra.
Essendo al tempo in una caserma (fuori dalla mio comune di residenza) per effettuare un addestramento, contattai il mio medico di base descrivendogli i sintomi.
Lui mi prescisse la ciprofloxacina 500 mg per 6 giorni.
La situazione in questi giorni miglioró quasi a sparire, così lo ricontattai e mi disse di non prendere più Ciprofloxacina 500 mg ma di prendere aflocist per 14 giorni; solo che la situazione peggiorò drasticamente e due giorni dopo mi disse di riprendere nuovamente Ciprofloxacina 500 per altri 6 giorni.
Dato che non passava il giorno 3/4 mi sono recato in ospedale per chiedere un consulto e farmi visitare da un medico.

Quest ultimo disse che poteva esser una malattia venerea, inoltre scrive nel referto:
Il paziente mostra fuoriuscita di pus dall'uretra anamnesticamente insorto da due settimane
Ha già praticato terapia con Ciprofloxacina
Pratichi:
spermiocoltura per: Trichomonas, Chlamydia, Mycoplasma, Gonococco, Gardnerella, Germi comuni
TPHA e VDRL (se positivi anche quantitativamente)

I risultati delle analisi sono i seguenti (ci tengo a precisare che non ho assunto né farmaci nei giorni antecedenti alle analisi e ne ho praticato masturbazione/ atti sessuali, anche perché durante l’erezione sento dolore nell uretra quindi a maggior ragione ho evitato)

I risultati emersi sono i seguenti:

URINE COMPLETE

Metodo chimico fisico citofluorimetrico
Colore: paglierino
Aspetto: Toribido
PH: 6 (v.r 4.5-8.0)
Glucosio: 0.0 mg/dl (v.r 0-10)
PROTEINE: 30.0 mg/dl (v.r 0-15)
EMOGLOBINA: 0.06 mg/dl (v.r 0-0)
Corpi chetonici: 0 mg/dl (v.r 0-0)
Bilirubina: 0 mg/dl (v.r 0-0)
Urobilinogeno: 0 mg/dl (v.r 0-1)
Peso specifico: 1017 (v.r 1005-1030)
Nitriti: assenti

ESAME CITOFLUORIMETRICO DELLE URINE

ERITROCITI: 43 /ul (v.r 0-15)
LEUCOCITI: 4515 /ul (v.r 0-20)
Cellule epiteliali sfaldamento: 1 /ul (V.r 0-20)

MICROBIOLOGIA / MICROBIOLOGY

Spermocultura: l’esame ha dato esito negativo

METODO: colturale
Miceti: negativo
TPHA: <1/80 (v.r <1/80)

METODO: Emoagglutinazione
V.D.R.L: <1/2 (V.r 1/2)

Metodo: Agglutinazione

(V.r sta per valori di riferimento)
Grazie per l’attenzione dedicata e spero di trovare una soluzione al più presto.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 37.9k 1.7k 16
L'alterazione più signigicativa è l'abbondanza di cellule infiammatorie (leucociti) nelle urine, che è compatibile con la sua stirua. Non è dettto che vi sia ancora infezione in atto, spesso la risoluzione dell'infezione non coincde con quella dell'infiammazione, che necessita di tempi più lunghi. La spermiocoltura è un'indagine non totalmente affidabile, se fosse ancora presente della secrezione attiva, su questa si potrebbe effettuare un tampone (quindi non "a ecco").

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Quindi Dr. Piana potrebbe ancora esserci una possibilità che sia una malattia venerea?
Dalle analisi si potrebbe evincere se l infiammazione è dovuta ad esempio da una cistite o uretrite?
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 37.9k 1.7k 16
Al momento non abbiamo elementi sufficienti per esprimere un giudzio definitivo. Come abbiamo scritto, non sappiamo se si tratti ancora di una fase attiva o, più probabilmente, si è in via di risoluzione. Per la sifilide non vi era alcun concreto sospetto, i marcatori sono negativi. Per il resto, quasi tutte le uretriti sono causate da una trasmissione di batteri per via sessuale.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it