Utente 174XXX
Salve ho 24 anni,8 mesi fà ho avuto il mio bellissimo bimbo con cesareo.In gravidanza ho preso 25 kg,da 75 sono arrivata a 100.La pressione era un pò alta specialmente la minima,una volta mi è arrivata a 136-89.Per il resto stavo bene,a parte le caviglie molto gonfie,e a fine gravidanza avevo anche le mani gonfie.Dopo il parto si sono sgonfiati sia i piedi che le caviglie,ma dopo un mesetto circa.Qualche giorno fà mi sono accorta di avere le caviglie leggermente gonfie,sotto l'osso esterno,e ora anche all'interno.Fin'ora ho perso solo 5 kg,sono a dieta tramite dietologa da 3 settimane.Poco tempo fa ho eseguito le analisi del sangue e andavano bene,anche la tiroide,ho solo il ferro un pò basso a causa delle mestruazioni abbondanti per ovaio policistico.Soffro di cervicobrachialgia e lombalgia.Prima della gravidanza non ho mai avuto le caviglie gonfie.Premetto che domenica 1 maggio è stato il battesimo di mio figlio e ho messo le scarpe un pò più alte del solito a cui non sono più abituata,di circa 6 cm.Infatti mi hanno fatto male tutto il giorno i piedi.Bevo poco circa un litro o un litro e mezzo d'acqua al giorno,però faccio tanta pipì.La pressione è giusta è intorno ai 120-80,colesterolo e glicemia sono ok.Non fumo,non bevo alcolici né caffè.5 mesi fa ho eseguito tutti gli esami cardiologici ed andavano tutti benissimo.Ho paura per questo problema.Non sarà nulla di grave?Ci sono dei rimedi?In famiglia nessuno ha cardiopatie o patologie vascolari.Grazie in anticipo.Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
come avrà già compreso la gravidanza rappresenta un momento critico per il sistema venoso, soparttutto in presenza di una eventuale congenita predisposizione e in una condizione di eccesso ponderale.
Attenda il completo recupero del suo peso forma e si sottoponga quindi eventualmente ad una valutazione specialistica.
Nel frattempo potrà beneficiare dell'uso di calze elastiche (su prescrizione specialistica) e supporto farmacologico se non è in allattamento.
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
Dottore innanzitutto la ringrazio per la sua risposta.Ma supporto farmacologico in che senso?Devo prendere dei farmaci per le caviglie gonfie?Non allatto più comunque.Volevo dirle che prendo zoloft da 8 anni e da 2 mesi mi curo con antistaminici per rinite allergica.Questi 2 farmaci possono causare ritenzione dei liquidi e quindi rigonfiamenti?Posso stare tranquilla per quanto riguarda l'apparato cardiocircolatorio?È opportuno eseguire un eco-doppler venoso oppure non è necessaria?La ringrazio nuovamente.Cordiali saluti.