Utente 227XXX
Salve, ho 57 anni, da alcuni giorni mi è comparso un arrossamento nella zona genitale, interessa sopratutto la zona che va dal perineo fino allo scroto, parte inferiore dei testicoli e anche un poco il pube, nelle pieghe di entrambi gli inguini si presenta come una cicatrice rimarginata da tempo, mentre nelle restanti parti l'arrossamento è di tipo puntiforme e di colore rosso brunastro. Non ho prurito nè dolore. Spero di aver dato bene l'idea. Il dermatologo da me consultato mi ha detto che si tratta di eritrasma inguinale, mi ha prescritto Gentalyn Beta e Travocort creme nochè Floderm detergente. Volevo sapere che ne pensate, se la diagnosi e la terapia sono corrette, grazie in anticipo a chi vorrà rispondermi.Volevo aggiungere che sono uno che cammina molto e forse dipende da questo a dire del dermatologo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

La diagnosi e' stata fatta in modo specialistico, così come la terapia specialistica.

Cosa vuole che aggiungiamo? Crede che da una sede telematica siamo capaci (se per assurdo qualcuno potesse farlo) di dubitare di una diagnosi dermatologica o poniamo dubbi su una terapia prescritta da un nostro collega, che in scienza e coscienza l'ha prescritta?

Credo che ci siamo ben intesi su ciò che significa orientamento telematico.

Saluti e buone feste.

[#2] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la sua risposta e per la sua professionalità, certo, mi rendo conto che non si possono fare diagnosi a distanza, contavo molto sul fatto di aver descritto la mia situazione molto particolareggiata e precisa e solo cercavo in qualche modo una conferma a quanto dettomi dal dermatologo, comunque grazie.