Utente 172XXX
Buonasera,
sono stato operato di ernia inguinale destra lo scorso 3 giugno. E' stato eseguito un intervento di tipo "open" con applicazione della rete. Il decorso va bene, avverto solo la presenza un qualcosa sotto la ferita, ovviamente toccando.
Ora il mio dubbio e' questo.
Sono un impiegato nel settore informatico e pratico amatorialmente l'attivita' di cantante in un band rock-metal.
Siccome abbiamo ripreso ad inizio settimana e il tipo di canto richiede un significativo sforzo a livello del diaframma, posso procedere con tranquillita'? Il canto di questo tipo, che per cosi' dire equivale a "strillare", come e' classificato come sforzo? Visto che mi e' stato detto di poter eseguire sforzi piu' impegnativi a distanza di almeno 2 mesi.
Grazie mille ma online non ho trovato risposte precise a questo tipo di dubbio.
Raffaele

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
il quesito che pone risulta piuttosto inconsueto e dubito che in letteratura possa trovare specifiche indicazioni.
L'entità dello sforzo esercitato nel cantare non è per noi valutabile a distanza, ma in via prudenziale Le consiglierei di classificarlo tra quelli "pesanti".
[#2] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio moltissimo per la risposta fulminea.
Anche se la cosa mi rattrista seguiro' il suo consiglio.
Buona serata Dottore