Utente 317XXX
Un saluto innanzi tutto a tutti gli anestesisti qui presenti :)

Il 25 novembre dovrò eseguire un intervento chirurgico e dovrò scegliere tra un anestesia spinale o una locale.. la generale la escludo per questi interventi di 20 minuti..

La spinale: Ho un terrore enorme di non sentirmi più le gambe e di non riacquisire più sensibilità motoria , vi prego di spiegarmi bene quali sono i rischi e come si possono ridurre al minimo,inoltre vorrei capire per quanto tempo non avrò sensibilità motoria e se al risveglio potrei avere problemi alla schiena anche i giorni dopo... ho 20 anni e vorrei poter continuare a camminare e a correre finchè sarò in vita..

La locale: Se effettuassi questa anestesia potrei sentire dolore durante l'operazione? o aumentando la dose il chirurgo può eseguire comunque un ottimo intervento?

Esistono alternative?

Grazie mille e spero vada tutto bene :(

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Stella
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2012
Buongiorno,
l'anestesia spinale è una tecnica molto standardizzata e codificata; è eseguita in un numero rilevante di interventi giornalmente in ogni sala operatoria. Le pare che ciò sarebbe possibile se si manifestassero, anche con frequenza minima episodi come quelli che lei teme?
La tecnica consiste nell'iniettare un piccolo quantitativo di anestetico locale nel liquor (il liquido che circonda le strutture nervose) tramite un ago molto sottile. L'anestetico è reso iperbarico (appesantito) in modo che non risalga diffondendosi nel liquor.
Prima di inserire l'ago nella cute viene fatta una anestesia locale di superfice e da quel momento non sentirà più alcun dolore. Viene quindi inserito un ago introduttore per perforare la cute e quindi attraverso tale ago viene inserito l'ago da spinale che, come prima ho detto, è molto sottile. Il tutto in mani esperte dura meno di una manciata di minuti.
Lei sentirà inizialmente caldo alle gambe e quindi scomparirà la sensibilità e l'attività motoria spontanea.
L'anestesia locoregionale è ovviamente reversibile e la durata dell'effetto anesteico dipende dal tipo di anestetico usato, ma non travalica quasi mai qualche ora dopo la fine dell'intervento per garantire una prima analgesia postoperatoria.
Tutte le attività umane sono caricate di qualche rischio e quindi anche l'esecuzione di una anestesia spinale, ma nel caso specifico i rischi sono bassissimi (rischio infettivo, sanguinamento, lesione delle strutture nervose, cefalea, ipotensione, allergia).
Avrà certamente un colloquio con un anestesista prima dell'intervento durante il quale gli eventuali rischi Le verranno esplicitati. Assieme all'anestesista valuterete se è più opportuna una anestesia locoregionale o generale.
Se ha molta ansia avverta l'anestesista che, a suo giudizio, le somministrerà un ansiolitico prima dell'intervento.

La saluto cordialmente e....coraggio!