Utente 211XXX
Salve dottori, dico in sintesi che cosa e successo in questi tre anni da agosto 2012 fino a sabato scorso gennaio 2015.
Premetto che quando ho iniziato il mio primo rapporto ho usato le precauzioni tranne per il rapporto orale ricevuto, poi un'altro nello stesso mese ma solo rapporto orale passivo non protetto quest'ultimi due ad agosto 2012.
Nel 2013 ho avuto sempre diversi rapporti promiscui, stavolta i rapporti sono stati protetti anche nel rapporto orale, ribadisco i rapporti vaginali o anali sono stati protetti.
Io ansioso mi sono confidato con i miei genitori e mi hanno portato dal mio medico di fiducia in cui mi ha prescritto diversi essmi , per fortuna negativi. Mi ha detto che anche se hai corso il rischio, nei rapporti orali e davvero difficile prendere qualche mst.
Sabato 17 gennaio 2015 sono stato da una prostituta casalinga,madre di due figli , ben educata , spiegandomi il rischio che corre facendo questo mestiere, comunque ho subito un rapporto orale passivo con venuta in bocca ma e stato per un minuto , poi ho praticato un rapporto vaginale protetto.
In questi tre anni mon ho avuto sintomi, ne mi sono confidato con uno specialista, vi dico, quanto ho rischiato?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
I rischi sono connessi alle malattie sessualmente trasmissibili non HIV pertanto le consiglio in caso di ansie di riferirsi al suo specialista di venereologia di fiducia.
Cari saluti.
[#2] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Ok,mettiamo il caso che io non ho avuto nessun sintomo nei genitali, la sifilide e gonorrea sono facili da diagnosticare, non crede che in questi treanni dovevo avere qualche sintomo in particolare.. In questi tre anni ho fatto anche L urinocoltura ma anche per altre scopi, ma tutto negativo. Per la sifilide a 30 giorni da una certezza dicono anche.

MenO male che ci siano questi esami che posso dare una certezza anche il 30 giorno, tranne L hiv.
Lei mi ha detto che per L hiv niente pericolo, ha quanto ho capito io la saliva fa come barriera.
Il problema resta per gli eventuali lesione sul glande e sul asta del pene,dice lei? Ecco perché bisogna ricorrere l'intervento del dermovenereologo? Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
Carissimo dottore, l'ansia cresce, al moment sintomi non ne manifesto, nè per l'ultimo rapporto a rischio ne quanto meno per gli altri rapporti subiti in tre anni.
Comunque ho recepito il suo consiglio, venerdi mattina mi aspetta una visita dal dermo-venereologo.
Premetto che è la prima volta, e non so come comportarmi, ovvio che devo raccontrgli il tutto, ma dopo, oltre ad un parere professionale , provvederà subito dopo ad visitare il mio organi genitale ? mi scusi per la incomprensione ma non so che fare. :)

cordiali saluti