Utente 448XXX
Buongiorno,
Anni fa, per poter iniziare una cura per l'acne, avevo fatto gli esami per i fattori di coagulazione e mi era stata trovata positiva la mutazione MTHFR in eterozigosi in un solo dei due geni. Data la familiarità per trombosi (mio padre, con la stessa mutazione, ha avuto una trombosi venosa profonda, mia madre, senza alcuna mutazione ma con la sindrome da anticorpi anti-fosfolipidi, ha avuto lo stesso una trombosi venosa), la ginecologa ha preferito non prescrivermi la pillola per poter iniziare la terapia contro l'acne.
Ora vorrei sapere se, data appunto la rilevante familiarità, non fosse proprio possibile, in alcun caso per me, prendere la pillola.

Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le condizioni di aumentato rischio tromboembolico di partenza sono:
- resistenza alla proteina C attivata
- deficit di proteina C
- deficit proteina S
- deficit di antitrombina 3^
- presenza di anticorpi anti fosfolipidi e le disfibrinogenemie
soltanto queste condizioni potrebbero aumentare il rischio tromboembolico e portarla all'uso di una pillola con solo progestinico (minipillola) o all'uso di uno IUS con progestinico come JAYDESS, invece che la pillola estro-progestinica classica
saluti