Utente 501XXX
Buongiorno, dai 16 anni ai 19 ho fatto uso di varie droghe sopratutto marijuana, fino a che non mi è venuto un attacco di panico e ansia molto forti, sono andato da un opsichiatra e mi ha prescritto il control 1 mg due volte a di, dopo tre mesi stavo meglio anche se poi ho subito la perdita di mio padre per un male incurabile... adesso ho 27 anni e fortunatamente ho incontrato una ragazza d’oro con cui vivi, sono due settimane che sono crollato psicologicamente, e come se mille paure mi tormentassero con equivalente ansia e panico, pensieri del tipo, “mi sono rovinato la vita”.”starò sempre peggio” “non mi godrò a pieno la vita per le stupidate che ho fatto” e sopratutto ho il terrore del futuro vecchiai e morte della mia compagnia, e rimanere solo... tutto questo mi terrorizza e mi blocca, non riesco a concentrarmi penso di non essere in grado di fare le cose, e che sono un emerito cog......
Sono tornato dall opsichiatra e mi ha prescritto mezza pastiglia di control 1 mg mattino/sera
1 pastiglia di samyr 400 al mattino
5 gocce di cipralex alla sera prima di dormire...
secondo voi potrò stare meglio ho avrò una vita sempre più complicata???
Grazie mille per la vostra attenzione
Sono terrorizzato.
[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Descrive i pensieri provocati da una classica depressione con ansia. La terapia con cipralex è ancora bassa, ma il suo psichiatra valuterà se aumentarla dopo un periodo di almeno 3 settimane. Il control è un sintomatico, non cura ma allevia l'ansia e non bisognerebbe utilizzarlo per lunghi periodi. Il samyr è un coadiuvante.
Potrebbe essere utile in associazione ai farmaci un supporto psicoterapico per gestire il rimuginare sul passato, che non serve.
[#2] dopo  
Utente 501XXX

Iscritto dal 2018
Grazie mille Dr.ssa Franca Scapellato per la risposta immediata, le posso chiedere ancora due domande...
Il supporto psicoterapico intende tramite lo psichiatra o tramite il opsicologo?
Secondo lei è normale nello stato in qui mi trovo avere paura di tutto futuro è tragedie ecc... e avere sensazione di impazzire angoscia e disorientamento??
Grazie mille Dr.ssa per la sua attenzione
[#3] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Lo psicoterapeuta può essere psichiatra o psicologo. La depressione porta a pensieri negativi "su se stessi, sul mondo e sul futuro". È sgradevole ma normale. Quando si torna a star bene (perchè si guarisce, anche se chi è depresso pensa che lo sarà per sempre) sembra di uscire da un incubo: "come ho fatto a pensare a quelle cose?" dicono gli ex depressi.
[#4] dopo  
Utente 501XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazzio tantissimo, non potevo trovare risposte migliori, chiederò subito un supporto psicoterapico.... spero vada tutto bene, l’angoscia che più mi tormenta è se non avessi fatto uso delle sostanze adesso non starei male e non vedrei ogni cosa con il lato oscuro... è un pensiero fisso quasi come se volessi tornare indietro per non ripetere l’errore è vedere se sarei diverso oggi
[#5] dopo  
Utente 501XXX

Iscritto dal 2018
Buongiorno Dr.ssa Franca Scapellato, le posso chiederle ancora due informazioni?
È normale nel periodo che si soffre di depressione e ansia con altrettanto attacchi di panico, avere la sensazione che tutto intorno sia diverso (luci suoni ecc)?
È di notte mi succede che penso a cose assurde senza volerlo, tipo pensieri creati dalla mente?
Durante il giorno rimurgino costantemente sul l’uso delle sostanze che ho fatto in passato, convincendomi che tutto quello che mi succede oggi è colpa di quello... e mi ripeto sempre “se non avessi fatto uso di quelle sostanze, adesso sarei felicissimo e senza pensieri...”
La ringrazio molto mi è di grande aiuto il suo parere.
[#6] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Sono sintomi di depressione ansiosa, sono normali e indicano che è malato e deve curarsi. Per curarsi non è utile chiedere qui o altrove, bisogna prendere appuntamento con lo psichiatra e andarci. Questa è la mia ultima risposta a questo thread, finchè non farà una visita e inizierà una cura, ok?
[#7] dopo  
Utente 501XXX

Iscritto dal 2018
Il mio psichiatra non mi ha parlato di trattamento psicoterapico ma mi ha solo prescritto il cipralex secondo lei è normale??
Giuro non la disturbo più.
Grazie ancora.
[#8] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Potrebbe comunque parlarne con lo psichiatra, senza fretta perchè la psicoterapia agisce più lentamente. La dose terapeutica di cipralex è 10 mg, e da lì bisogna aspettare 2-3 settimane per valutare l'efficacia, il primo passo è riferire allo psichiatra come si sente ora (non meglio, mi pare) in modo che lo specialista valuti il da farsi.
[#9] dopo  
Utente 501XXX

Iscritto dal 2018
Ok grazie mille