Diversi paesi sono stati colpiti da epidemia di epatite di tipo A dopo aver consumato frutti di bosco congelati. l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), su mandato della Commissione europea sta indagando sulla tracciabilità delle materie prime a livello nazionale.

Le indagini svolte indicano che malgrado un decremento dei casi riportati attualmente rispetto ai mesi di maggio giugno scorsi, le segnalazioni sono ancora superiori rispetto a quando dovremmo attenderci per il nostro Paese. Sebbene tutti i lotti risultati positivi alle analisi siano stati prontamente ritirati , non si può escludere la presenza in commercio di altri mix di frutti di bosco surgelati o congelati che siano contaminati

Il Ministero della salute raccomanda, quindi, di consumare i frutti di bosco congelati/surgelati solo cotti, facendoli bollire (100°) per almeno 2 minuti.

Pertanto è necessario:

  • Utilizzare solo marmellate o salse in cui siano avvenute preparazioni esposte a ebollizione a 100 gradi per almeno due minuti
  • Non impiegare frutti di bosco surgelati crudi per guarnire i dolci
  • Lavare accuratamente gli utensili che ne vengono a contatto