HPV: in Gran Bretagna quasi scomparso con il vaccino

Dr. Giovanni BerettaData pubblicazione: 26 febbraio 2020

Infezione da HPV quasi scomparsa con il vaccino.

Questa notizia “virale” ma positiva, soprattutto in tempi di Coronavirus, ci arriva dal Regno Unito dove il Public Health England (PHE), agenzia esecutiva del Dipartimento della Sanità e dell'Assistenza Sociale Inglese, ha reso noti i dati in suo possesso secondo i quali il tasso di infezioni da papilloma virus nelle ragazze tra i 16 e i 18 anni sarebbe sceso dal 15% al 2% dopo l’introduzione del programma di vaccinazioni iniziato nelle scuole britanniche nel 2008.

 

Insieme alle infezioni da HPV sembrano essere diminuite anche le lesioni tipiche, causate dal papilloma, scese dal 7-10% nel 2010 e al 4% nel 2017.

Qui dobbiamo ricordare che la vaccinazione contro l’HPV in Inghilterra è massiccia e coinvolge in pratica circa l’84% delle bambine che hanno compiuto i nove anni, le quali hanno già fatto le due prime dosi; purtroppo solo l’anno scorso è iniziata la vaccinazione che coinvolge pure i giovani maschi, anche il Regno Unito ha nel recente passato sottovalutato l’aspetto andrologico del problema.

 

Comunque fino ad ora sono state somministrate più di undici milioni di dosi di vaccino.

Questi dati sembrerebbero alimentare anche la speranza che negli anni a venire, almeno in Gran Bretagna, ci possa essere una drastica caduta dei casi di tumore della cervice uterina, cancro spesso diagnosticato anche prima dei trent’anni e che vede proprio in questo virus una delle più note cause; questo discorso sicuramente deve interessare anche i maschi.

 

L’introduzione di un programma che coinvolgerà anche i ragazzi, i giovani maschi, è destinato a determinare un’ulteriore accelerazione nella significativa riduzione, se non nell’eliminazione, delle lesioni precancerose e cancerose determinate dall’HPV.

 

Fonte:

https://www.gov.uk/government/news/hpv-vaccine-drives-cancer-causing-infections-down-to-very-low-levels

https://journals.sagepub.com/doi/full/10.1177/0141076819899308

 Altre informazioni:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/8098-miti-da-sfatare-sulle-infezioni-da-papilloma-virus-hpv.html

https://www.medicitalia.it/news/urologia/7885-vaccinazione-hpv-si-anche-a-uomini-e-donne-con-piu-di-26-anni.html 

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/7064-il-papilloma-virus-hpv-e-pericoloso-anche-per-i-maschi.html

 

Autore

giovanniberetta
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso Università di Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Firenze tesserino n° 12069.

2 commenti

#1
Dr. Antonio Valassina
Dr. Antonio Valassina

Cara Giovanni, ti ringrazio per questo interessante articolo sperando che moltissime ragazze lo leggano! In Italia il tasso di vaccinazioni, purtroppo, è invece in caduta libera, soprattutto in alcune regioni del sud come la Sardegna. Ogni sforzo per migliorare l'informazione su questo problema è pertanto di grande importanza per tutti e soprattutto per i giovani.

#2
Dr. Giovanni Beretta
Dr. Giovanni Beretta

Caro Antonio,

tutto vero purtroppo quello che dici comunque ti ringrazio per le tue positive osservazioni sulla mia news.

Ancora un caro saluto.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche hpv 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Urologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati