Deficit dell'erezione

Buongiorno dottori vi scrivo per chiedervi un parere riguardo la mia situazione attuale riassumendola così: 5 anni fa dopo un un ematoma penieno senza complicazioni varie (il pene era a riposo, non ho avuto dolore e l'enatoma si è assorbito dopo una settimana) ho iniziato a notare delle erezioni più deboli a distanza di circa 6 mesi dall'accaduto. Dopo aver girato vari andrologi e fatto un ecodoppler dinamico mi è stato detto più volte che a livello fisico non vi è nessun problema. L'ultima visita l'ho fatta qualche mese fa da un bravissimo andrologo di Torino che mi ha rassicurato e prescritto Levitra per superare l'ansia da prestazione che ha detta sua è la causa del deficit. Io però come ho già scritto in precedenza su questo blog, ho continui dolori nella parte dx del pene e mi sento continuamente una sensazione di difficoltà e non di facilità a raggiungere l'erezione. Il dottore ha collegato questo dolore a una protrusione discale che ho tra L5-S1. Cosa vi sentireste di dirmi in merito? Grazie
[#1]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
Caro signore,
mi sento di dare ragione al collega. Eventualòmente sostuirei il farmaco con psicologo, se il superamento fosse difficile.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Va bene grazie. È la seconda volta che prendo mezza pastiglia ma non mi fa assolutamente niente. Devo aumentare il dosaggio?
[#3]
Dr. Giorgio Cavallini Chirurgo generale, Andrologo, Urologo 27,3k 655 64
E se mi da retta?

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio