x

x

Induratio penis

Rapporti sessuali sicuri: 👉scegli il preservativo più adatto a te!

Buongiorno Dottori vado ad esporvi il mio problema.
All' inizio di Agosto, una mattina mi sono svegliato e ho notato di avere un filamento duro di diametro 2-3mm nella parte destra del pene, incominciava appena sotto il glande, scorreva superficialmente per 2-3cm, e poi si infilava dentro l' asta del pene.
Mi sentivo tirare in erezione e un bruciore diffuso anche a riposo.
Subito sono andato dal mio medico di famiglia che ha ipottizzato induratio penis e mi ha mandato a fare una ecografia.
Nel frattempo mi sono fatto visitare da un urologo, che 4-5 anni fa mi ha operato di varicocele, il quale mi ha parlato di trombosi di una vena e mi ha prescritto cardioaspirina.
A fine Agosto ho potuto fare l' ecografia, il responso è stato induratio penis, con questa in mano sono tornato dall' urologo che mi ha cambiato la cura da cardioaspirina a vitamina E. In quel periodo la vena dura c'era ancora ed in più ho cominciato a sentire un piccolo pallino duro dentro il pene, all' altezza di metà dell' asta.
Ora ad inizio Ottobre la vena si è sgonfiata, non è più superficiale però si sente ancora, il pallino duro si è ingrossato, saranno 7mm, sempre al centro del pene.
Io, abbastanza preoccupato, mi sono fatto vedere da un altro urologo, anche lui ha parlato di induratio penis e mi ha prescritto oltre vitamina E il farmaco PEAMAX (un anti-infiammatorio).
A me sorgono dei dubbi:
- l' induratio penis non dovrebbe manifestarsi, come primi sintomi, con una placca nella zona albuginea esterna del pene? Non con una trombosi di una vena
- Io non ho deviazioni del pene in erezione, ancora oggi mi sento tirare in erezione e bruciore diffuso a riposo.
Sono preoccupato, vorrei una cura più potente finchè sono agli inizi della malattia, non voglio arrivare a dovermi operare.
Dottori aspetto fiducioso una vostra risposta.

Grazie
[#1]
Dr. Pierluigi Izzo Andrologo, Sessuologo 28,9k 637 1
Caro Utente,é da discutere una relazione tra IPP ed microtrombosi...Credo che sia più affidabile seguire i consigli ricevuti dal primo specialista ed...avere pazienza.Cordialità.

Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio