Astenozoospermia, spermicoltura, sperminogramma

Salve, dopo un esame ecografico ai testicoli visto un piccolo dolore che si presentava spesso l’ecografia è risultata positiva cioè senza nessuna complicanza tutto apposto, solamente una piccola ernietta a sinistra ma trascurabile, dallo spermiogramma invece i valori risultano la maggior parte nella norma solamente le “forme normali” sono al 40% invece di essere superiori agli 80%, e le forme anormali sono al 60% invece di essere inferiori a 10%, risultano alterate anche le emazie al 4 x campo invece di essere inferiori a 3.
Inoltre risultano anomalie craniali: microcefalie, macrocefalie e teste amorfe
Anomalie tratto intermedio:
Rigonfiamenti citoplasmatici e collo ripiegato
Anomalie caudali:
Code iperallungate, Bicaudate e Ripiegate
Tutte e 3 Al 20% anch’egli sopra ai valori di riferimento.
Per quanto riguarda lo studio dell’attività cinetica
Solo i progressivi rapidi sono al 25% e dovrebbero essere superiori al 65
Tutti gli altri valori sono nella norma
E in conclusione mi è stata diagnosticata l’astenozoospermia.
Il medico di famiglia guardando le analisi mi ha detto che non è nulla di grave per la mia età (19) mi ha raccomandato solamente di mangiare più sano e di includere più vitamine in modo tale da aumentare il movimento degli spermatozoi.
Nonostante ciò sono molto preoccupato per il motivo della fertilità e ne vorrei sapere di più secondo il vostro parere..
grazie mille per le risposte.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,9k 1,2k 1k
Gentile giovane lettore,

secondo il nostro parere, l'esame è sicuramente stato eseguito in un laboratorio non dedicato ed aggiornato alle ultime indicazioni date dall'OMS nel 2010.

Ora bene consultare in diretta il suo andrologo di riferimento e con lui ripetere la valutazione del suo liquido seminale in un laboratorio da lui indicato e poi ci si riaggiorna.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test