Utente 429XXX
Gent.le dottore,
soffro di M. di Crohn trattato con vedulizumab. Attualmente sospesa per quantiferon positivo per il quale sto facendo profilassi con isoniazide.
Per altri motivi verifica fertilità, il mio mmg mi ha ordinato stereogramma e spermiocultura.
La speriocultura è risultata positiva a enterococcus faecalis con antibiogramma che indica una resistenza a tantissimi antibiotici tranne Ampicillina, imipenem, linezolid, teicoplanina, vancomicina.
Io non ho alcun sintomo urinario, dolore sangue, febbre, ecc.
Il gastoenterologo mi ha detto di ripetere la speriocultura per vedere che non sia una contaminazione. Se risulta nuovamente positivo dovrò curarlo con ricovero per somministrazione antibiotici in quanto farmaci ospedalieri e solo dopo averlo debellato potrò fare il vedulizumab.
Sono preoccupatissimo di questa cosa, ho letto che questo batterio può dare setticemia, meningite e gravi infezioni. Io sono maggiormente a rischio avendo poi cosi pochi antibiotici per curarlo? E' cosi pericoloso questo batterio? O è solo legato il doverlo curare alla cura che devo fare per il crohn? Il microbiologo a cui ho chiesto delucidazioni sul referto mi ha detto che è molto comune sia averlo sia la distanza a molti antibiotici e che non è detto che vada trattato se non ci sono sintomi. Io ripeterò sicuramente l'esame ma vorrei capire quanto è pericolosa questa cosa perché veramente sono terrorizzato.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
calma e gesso, la spermiocoltura positiva per batteri in assenza di sintomi e di leucotici nello spermiogramma significa niente: cioè quei batteri possono benissimo derivare dalla cute delle mani o del prepuzio o del glande che di per se ne contiene migliaia di specie che li campano e fanno il loro dovere di impedire a batteri cattivi, funghi o virus di rompere le scatole.
Tranquillo mi raccomando.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 429XXX

Gent.le dr Cavallini,
però mi è stato detto di ripetere la spermiocultura e se è di nuovo positiva di iniziare l'antibiotico e quindi di ricoverarmi.
Ipotizzando che questo batterio sia presente è cosi pericoloso e aggressivo? Cioè deve essere tempestivamente trattato?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
[#4] dopo  
Utente 429XXX

No dottore, dai gastroenterlogi. Per il rischio che con il farmaco biologia si possano sviluppare infezioni o setticemia causate da questo batterio.

[#5] dopo  
Utente 429XXX

Lo spermiogramma alla voce leucociti è indicato rari

[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
[#7] dopo  
Utente 429XXX

Quindi lei cosa mi consiglia di fare? Mi scusi dottore ma non riesco a capire.
Ripeto lo spermiogramma e se positivo come quello attuale cosa faccio?
Grazie

[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Personalmente dormirei tranquillo, e non FAREI NIENTE e mostrerei questo dialogo al suo medico di base,
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#9] dopo  
Utente 429XXX

Grazie mille