Utente 486XXX
Buongiorno,

Scrivo perché mi trovo davanti un problema improvviso che non avevo mai affrontato prima: l’eiaculazione precoce.

Ho 22 anni e non ho mai sofferto di questo problema, ne con le mie partner precedenti ne praticando la masturbazione, ma con la mia nuova ragazza mi sono improvvisamente trovato a doverlo fronteggiare.

Premetto che ho sempre un po’ sofferto di ansia da prestazione con le mie ex, ma apparte le prime volte dove avevo problemi di erezione, poi una volta che la situazione si “stabilizzava” andava tutto nella norma, a volte non riuscivo neanche ad eiaculare durante un rapporto, duravo ance 30-40 minuti senza alcun problema..

Questo anche con la mia attuale ragazza: la prima volta che mi ha svolto preliminari sono durato tranquillamente 10-15 minuti..
Tuttavia la prima volta che l’abbiamo fatto sono durato 1 minuto e questa cosa mi ha travolto perché non sono mai stato soggetto a questi problemi.
Ora ho letteralmente paura di fare sesso con la mia morosa, nonostante fra di noi ci sia grande attrazione, perché ho sempre paura di durare poco e questa cosa può minare il nostro rapporto visto che invento sempre scuse per non farlo.

Ho fatto delle “prove” masturbandomi a casa ma non ho assolutamente problemi di durata, arrivo a 20-30 minuti senza alcun problema

Invece ora appena sono con la mia morosa e iniziamo a baciarci sento come lo stimolo di dove eiaculare, e questo non succedeva fino a qualche settimana fa

Dalla volta in cui ho avuto l’eiaculazione precoce sento questo “sintomo” ovvero sento fin dover eiaculare già quando ci baciamo.

Sono convinto che sia tutta una cosa mentale perché non ho mai avuto questo problema, e anzi, come detto precedentemente vivevo la situazione opposta, cioè una lunga durata.

Ho parlato con la mia ragazza spiegandole che ho paura di durare poco e lei ha detto che non le importa, ma questo non mi ha tranquillizzato comunque.

Chiedo quindi il Vostro parere.. è solo un fattore mentale, quindi rilassandomi posso evitarlo?

Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la Eiaculazione precoce non é una malattia,bens' un disagio,molto diffuso,che può essere primitivo,ciè costante da sempre e con qualsiesi partner,e/o secondario,con la stessa partner o con partners differenti.Non entri nel panico,non si masturbi per provare,bensì,avendo l'appoggio della partner,cerchi di far durare di più i preliminari,senza pensare a dover penetrare.Nel frattempo,ne approfitti per consultare uno specialista per una routinaria visita andrologica.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 486XXX

La ringrazio per la sua tempestiva risposta Dr. Izzo.

Quello che un po’ mi ha “traumatizzato” è che durante preliminari, nei primi tempi con la mia ragazza, non avevo problemi di eiaculazione precoce.

Aggiungo anche che la volta dell’eiaculazione precoce, prima di penetrare la mia partner, non sentivo il bisogno di eiaculare, era tutto in regola.. ma non so perché sono durato così poco.

Tutto è scattato dalla prima e unica volta che l’abbiamo fatto e sono durato poco. Penso che questo incidente abbia intaccato mentalmente la sfera sessuale del mio rapporto, perché adesso quando sono con la mia fidanzata ho una costante paura di durare poco e dover eiaculare, già quando ci baciamo..

Per questo motivo prolungare i preliminari come Lei consiglia, non potrebbe essere negativo, aumentando la mia eccitazione e quindi portandomi a dover eiaculare prima?

[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...é negativo entrare il crisi dopo un singolo e primo rapporto. Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it