Utente 414XXX
Buongiorno cari dottori,
Vorrei porvi un quesito che da qualche mese mi sta preoccupando.
Sono una donna di 30 anni che ha intenzione da qui a breve di iniziare a cercare una gravidanza.
Premettendo che non abbiamo ancora iniziato ad avere rapporti completi non protetti, la mia preoccupazione riguarda il mio compagno e il fatto che da bambino, all'età di 7 anni per la precisione, ha contratto il morbillo.
La mia domanda è se prendendo il morbillo in età infantile c'è sempre il rischio di sterilità oppure riguarda solo il maschio adulto.
Grazie a chi vorrà riapondermi.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

forse confonde il morbillo con la parotite, patologia conosciuta anche popolarmente come "orecchioni" o "gattoni".

Sentite ora in diretta il vostro andrologo di riferimento.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la valutazione medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’informazione mirata e che le "notizie sanitarie", fornite via internet, vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 414XXX

Gentile dottore,
grazie per la celere risposta.
No non mi sono confusa, intendevo proprio il morbillo. Erroneamente avevo capito che anche questa malattia poteva dare complicazione per quanto riguarda la fertilità maschile, come la parotite.
Mi conferma che invece le due cose non sono correlate?
Grazie di nuovo e le auguro una buona serata

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Raramente il morbillo viene preso in considerazione per un problema di fertilità maschile ma questo è da prendersi in considerazioni solo nei maschi adulti che durante la malattia sviluppano anche un'orchite e/o un'epididimite.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com