Utente 489XXX
Buongiorno dottori sono un ragazzo di 26 anni. Da circa due anni soffro di un disturbo nella parte tra i testicoli e l'ano e un dolore alla base dell'asta del pene. Questo fastidio/dolore mi si presenta dopo aver avuto un rapporto con conseguente eiaculazione, che sia masturbazione o rapporto completo. In pratica se ho un altra erezione anche a distanza di ore, il dolore si presenta. Non ho mai dato troppo peso alla cosa perché sono sempre riuscito ad avere rapporti in totale tranquillità. Preciso che mi è stato rimosso il testicolo destro circa 5 anni fa dopo una torsione, e un anno dopo mi è stata applicata una protesi. Deciso a risolvere il fastidio settimana scorsa mi sono presentato dal medico che dopo avermi visitato mi ha prescritto una ecografia addominale inferiore e testicolare. La diagnosi è questa: reni in sede di normali dimensioni e spessore parenchemiale. Non echi da calcoli o segni di pielostasi. Vescica ben espansa, ecopriva. Prostata è vescichette seminali nei limiti. A destra protesi testicolare in esiti di intervento. A sinistra dominio ed epididimio di normali dimensioni. Nella testa dell'epididimio millimetrica ectasia cistica. Non idrocecele. A color Doppler regolare la vascolarizzazione intraghiandolare. Modica distensione del plesso venoso funicolare peritesticolare con reflusso non molto prolungato nelle stesse sedi compatibile con varicocele di grado 1/2.
Il dottore mi ha detto che per la piccola cisti di non preoccuparmi perché è una cosa sorvolabile. Per quanto riguarda il varicocele mi ha consigliato di valutare la situazione con un urologo perché avendo un solo testicolo è bene tenere sotto controllo e valutare l'operazione. Essendo un po' ansioso ho letto che il varicocele può essere causa di infertilità. Ora, avendo un solo testicolo con pure il varicocele, sono abbastanza preoccupato di essere sterile. Quante probabilità ci sono che questa situazione sia reale? Grazie dell'attenzione, cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

ha fatto un esame del liquido seminale?

Ha già sentito in diretta il suo andrologo di fiducia?

Detto questo, se desidera avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 489XXX

Salve dottore, grazie della risposta. Devo ancora fare l'esame e presentarmi dall'andrologo. Ho letto il suo interessante articolo. In pratica l'intervento è raccomandato in presenza di dolore e senso di pesantezza, che sarebbe il mio caso. Mi sembra di capire che la presenza di varicocele sia abbastanza "pericolosa" nella mia situazione. Le chiedo cortesemente se l'intervento può avere delle complicanze e cosa consiglia lei di fare. Grazie del suo tempo

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sentito l'andrologo di fiducia e se sintomi significativi può essere presa in considerazione la prospettiva chirurgica; l'intervento non è certo paragonabile ad un intervento a cuore aperto ma deve comunque essere fatto da esperto chirurgo con chiare competenze anche andrologiche.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com