Utente 489XXX
Buongiorno a tutti, sono nuovo in questa community, mi chiamo Francesco e ho 21 anni e vi scrivo perché sto avendo un problema da circa 2 mesi riguardante la mia erezione. Prima di tutto volevo chiedervi prima di passare a un consulto molto specifico da un andrologo, che non ho mai avuto problemi di questo tipo in nessun rapporto con nessuna ragazza, molte volte avendo anche rapporti due tre quattro volte al giorno. Due mesi fa è finita la mia relazione con la mia compagna di cui sono stato fidanzato per due anni , in questi due anni però ci siamo lasciati e ripresi per tante volte e ogni periodo che non ci sentivamo io Frequentavo altre ragazze e ho anche avuto altri rapporti e non ho mai avuto problemi di erezione, come d' altronde da sempre fino ad oggi. Dopo neanche un mese tornavamo insieme, ma mai nessun problema. Adesso anche quando ho un contatto fisico che sia anche per esempio il "baciarsi" non mi parte l erezione, mentre prima SI!, oppure a casa anche con la masturbazione ho un erezione ma non al massimo, o negli approcci ho erezioni con la quale non riuscirei ad avere rapporti sessuali. A parte comunque sia,nel momento in cui mi trovo in un approccio con una ragazza, inizio ad avere un ansia pazzesca derivante da questo problema che mi perseguita da due mesi . Vorrei chiedere a voi esperti un parere e se è necessario passare a un consulto e arrivare ad andare gia da uno specialista
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in questi casi, in primis, bene sentire in diretta sempre il suo andrologo di fiducia, se tutto è a posto sarà poi lui ad indicarle eventualmente una consulenza psicologica.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 489XXX

ma descritta cosi....secondo lei è qualcosa di grave??sopratutto se in una visita specialistica mi vengono somministrati medicnali, questi devono far oarte della quotidianità di ogni giorno?è un dubbio che ho sempre avuto in questo ambito
Grazie

[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Buonasera,
aggiungo qualche nota a quelle del dr. Beretta.

“Due mesi fa è finita la mia relazione con la mia compagna di cui sono stato fidanzato per due ann”

La fine di un amore è un lutto senza bara, e necessità di un’adeguata elaborazione del lutto, soprattutto per dare spazio ad una nuova dimensione del piacere.


La visita specialistica serve per rivedere una diagnosi e non sempre segue la terapia.

Se verranno escuse le cause organiche, non significa che verranno escluse quelle psichiche.


Guardi questa video intervista, affronta il tema del d.e soprattutto giovanile

https://m.youtube.com/watch?v=8FfJfOPxMak
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#4] dopo  
Utente 489XXX

grazie per la risposta...le spiego Forse posso capire il discorso che essendo finita la mia relazione da poco tempo non ho gli stimoli che avevo prima con la mia ex compagna, però le dico mi sono trovato in una situazione simile tanto tempo fa e non ho mai avuto problemi di erezione o altro dopo la fine di un'altra relazione seria Ecco perché mi sto preoccupando ora.