Utente cancellato
Gentili dottori,
Ho 42 anni e la mia compagna 37. Dopo mesi di tentavi di concepimento e nessun problema riscontrato dal ginecologo della mia compagna mi sono sottoposto ad esami ormonali: ne è uscito un FSH di 10,99..nel range di normalità secondo il centro che ha eseguito l esame. In seguito a mie ricerche personali online vengo a sapere che tale valore e' segno quasi certo di azoospermia..ho considerato sia fonti italiane che anglosassoni..a questo punto vi sarei davvero grato se mi deste un parere su quali debbano essere i valori di FSH normali
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

i valori "massimali", oggi considerati nei limiti da diverse scuole andrologiche, difficilmente arrivano ai 5.0 mUI per ml.

Senta ora in diretta il suo andrologo di riferimento e con lui faccia un esame del liquido seminale.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
478839

dal 2018
buongiorno e grazie della risposta, avrei un altra domanda:
1) il prossimo 3 maggio eseguirò uno spermiogramma: in base al valore di fsh che le ho riferito Lei prevede infertilità assoluta ed incurabile ( azoospermia totale secretiva ) oppure intravede qualche speranza di cura.
2) ho sempre avuto la personale opinione di avere testicoli piccolissimi sui 4 cm di lunghezza, considerando però la sacca scrotale ..(quindi saremo sui 3 cm penso).. Eseguiro se mi verra' prescritto un ecodoppler..ma le chiedo comunque, e Le sarei molto grato, se potesse darmi dei riferimenti di "automisurazione" sia pure approssimativi.
Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da quello che ci scrive si può anche ipotizzare una azoospermia secretiva.

Ma bene ora sentire in diretta il suo andrologo di riferimento e, nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
478839

dal 2018
Buongiorno dottore, specifico anche LH nella norma e pure testosterone e chiedo: quali sono i valori di FSH entro i quali le tecniche di chirurgia testicolare si sono statisticamente dimostrate risolutive del problema ?

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non ci sono valori di FSH "entro i quali le tecniche di chirurgia testicolare si sono statisticamente dimostrate risolutive del problema"; il discorso, in questi casi, è sempre di tipo clinico sulla situazione complessiva che si incontra.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
478839

dal 2018
Buongiorno dottore,
Le sottopongo i risultati dello spermiogramma:
Giorni di astinenza : 4

VALUTAZIONE MACROSCOPICA
Presenza del coagulo: no
Colore: grigiastro trasparente
Viscosità: normale
Fluidificazione in 60 minuti: si
Ph: 7.6
Volume : 5.6 ml

ANALISI MICROSCOPICA
Concentrazione spermatica: 4,10 (WHO >15)
Spermatozoi per eiaculato: 22,96 (WHO >40)
Numero cellule rotonde: 9.0
Agglutinazioni, aggregati non specifici
Cristalli emazie cellule di sfaldamento: assenti

Motilità entro 60 minuti:
Progressiva PR rapida:19%
Progressiva pr lenta: 25%
Non progressiva NP: 16%
Immobilita: 40%
Totale PR rapida + PR lenta: 44%
Totale motilità PR + NP: 60%

Test di vitalità test eosina:
Spermatozoi vivi: 74%
Spermatozoi morti: 26%

Morfologi secondo Kruger:
Forme normali: 3%
Anomalie alla testa: 97%
Anomalie alla coda: 15%
Anomalie tratto intermedio: 37%
Residui citoplasmatici: 2%
Teste/flagelli isolati: 0

Pensa sia necessario ricorrere a tecniche di chirurgia testicolare o si può ricorrere a fecondazione assistita?
Grazie

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ma il suo problema non è una azoospermia!

Concentrazione spermatica: 4,10 (WHO >15)
Spermatozoi per eiaculato: 22,96 (WHO >40)
non indicano di necessità un prelievo chirurgico di spermatozoi anzi quasi mai!

Ne riparli con il suo andrologo che si spera abbia chiare e precise competenze in patologia della riproduzione umana.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
478839

dal 2018
Un 'ultima domanda: con un valore di forme normali 3% ( su un totale di 22 milioni di spermatozoi per eiaculato ) rientro nei valori minimi per tentare una fecondazione intrauterina ?
Rinnovo ringraziamenti

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se desidera poi avere informazioni più dettagliate sull’utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare anche gli articoli pubblicati e visibili agli indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/Ginecologia-e-ostetricia/1026/L-inseminazione-intrauterina ,

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215/la-fecondazione-in-vitro-e-la-icsi-come-si-svolgono-e-cosa-avviene-in-laboratorio/ .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com