Utente 280XXX
Egr. Dr., il 19.03.2018 ho subito una prostatectomia radicale con infiltrazione perineurale ed extra capsulare. Inoltre, in sede di pre-intervento mi è stata diagnosticata una sospetta eteroplasia di 12 mm al rene sx. Ho eseguito una Tac-Pec con fluorocoloina, per vedere le condizioni generali anche perchè nella sede di prima, mi era stato diagnosticato un nodulo di 5 mm. al polmone SX. Nel frattempo sono rimasto colpito da una sospetta ginecomastia, al seno sx, a la pet che ho fatto in ordine a questo, la rivelato quanto segue:Si segnala area di iperaccumulo del radiofarmaco a livello retromammario sinistro, consiglia valutazione ecografica in merito alla ginecomastia riferita in amnesi. Ho eseguito i seguernti analisi di laboratorio:
HPRL valore 18
TSH 2,66
FT4 0,78
FT3 3,79
FSH 4,5
LH 4,92
17-BESTRADIOLO 40
1SHBG 29
PSA 0,01
Tutti nella norma fatta eccezione per la prolattina che è superiore dal max di 5 unità..
Mi può dare qualche consiglio. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

per un caso così complesso e sfaccettato come il suo diventa fondamentale una valutazione diretta da parte di uno specialista oncologo.che la avrà seguita nel tempo
Ho l'impressione che un parere "WEB" sarebbe fuorviante
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 280XXX

Grazie della risposta Dr., almeno mi dice il significato delle conclusioni della pet:
Non evidenza PET di patologia ad elevato turn-over di membrana cellulare.

[#3] dopo  
Utente 280XXX

Egr. Dr. dopo il mio quesito, in merito alla ginecomastia, dopo giorni il capezzolo sx è regredito tornando alla normalità. Tuttavia su consiglio del medico radiologo, ho eseguito una mammografia seno sx senza che sia stato rilevato alcunchè. Resta l'incognita di questo iperaccumulo retromammario, se questo è stato un effetto collaterale della ginecomastia. Resta il fatto che di recente ho avuto un ingrossamento di una ghiandola al cavo ascellare sx, regredita notevolmente, sono in prenotazione per una nuova mammografia estesa anche al cavo ascellare.Se può darmi qualche consiglio.Grazie