Utente 467XXX
Salve
Mi sono tuffato in maniera abbastanza scomposta più o meno a un metro di altezza ed entrato in acqua l’impatto mi ha fatto girare lateralmente il pene procurandomi dolore e sensazione di bruciore, il pene era in stato di riposo la mia domanda è la seguente può questo impatto con l’acqua creare un danno al pene e quindi un trauma o una qualche lesione oppure posso stare sereno?
Vi ringrazio per un eventuale risposta
Salve

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in questi casi sempre bene fare una valutazione clinica diretta con il suo andrologo od urologo di fiducia.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 467XXX

Salve dottore
E grazie per la risposta il mio andrologo contattato non ha ritenuto neanche necessario visitarmi, secondo lei invece ci sono i presupposti per un eventuale trauma oppure lo ritiene una cosa impossibile?
Grazie

[#3] dopo  
Utente 467XXX

Gentile Dottor Beretta
Potrebbe dirmi se nella sua esperienza ha mai visto o sentito di traumi al pene avvenuti in questa maniera, le ricordo che il tuffo e' stato fatto da un metro circa di testa e nell'impatto ho sentito dolore e bruciore sul pene che all'interno del costume si e' come girato, ripeto il mio andrologo di fiducia non ha voluto neanche prendere in considerazione un eventuale visita lei cosa pensa possa essermi successo un danno alla tunica albuginea puo essere possibile?
Grazie

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quello che ci racconta è molto confuso e, da questa postazione, non comprensibile.

Segua le indicazioni già ricevute; se dubbi non si nega a nessuno una seconda eventuale valutazione specialista in diretta.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com