Utente 519XXX
Buon giorno, sono un ragazzo di 28 anni. Vi scrivo in quanto ho una leggera preoccupazione. Due giorni fa, durante una notte focosa ed una fuoriuscita ed entrata errata del pene, l ho urtato.
Non ho sentito nessun dolore e nessun "crack" e non si è presentato (nemmeno a distanza di 2.giorni) nessun ematoma. Però In quel momento, mi sono fatto prendere dal panico e non sono riuscito a continuare.
Tramite stimolazione fisica , siamo riusciti ad avere l'erezione nuovamente anche se non eccelsa, nonostante non fossi mentalmente tranquillo.
In questi giorni non sono riuscito ad avere l'erezione completa, né ad avere il forte desiderio ma piuttosto uno stato d'ansia. Nella notte di ieri ho avuto un'erezione spontanea e anche se non è durata molto mi è sembrato abbastanza turgido.
Analizzando questi sintomi, é possibile che ci sia stato un danno, anche Lieve, che potrebbe crearmi una leggera disfunzione? O è solo colpa del mio stato d'ansia che non sto riuscendo ad attenuare?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

mi sembra che qui il suo "stato d'ansia" la faccia da padrone!

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 519XXX

Gentile dottore,
La Ringrazio per la sua disponibilità e la risposta tempestiva.
Da essa ne deduco che non sembrerebbe grave o che ci sia qualche problema. Credo che una possibile rottura avrebbe causato ematomi e dolori.
Sono a conoscenza che una risposta via Internet data da un esperto sia pur sempre un parere, non avendo il paziente davanti a sé e valutando si sintomi solo da ciò che vi è scritto, però ci tengo a dire che la sua risposta mi ha dato un po' di conforto. La ringrazio molto.
In questi giorni Cercherò di calmarmi, e nel caso la situazione dovesse continuare, seguirei il suo consiglio riguardo una visita specialistica.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, se lo desidera, mi riaggiorni.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com