Utente 505XXX
Salve gentili dottori mi rivolgo a voi perche' nutro dei dubbi sulla situazione di mio marito.In seguito allo spermiogramma gli e' stata diagnosticata l'azoospermia, ovviamente per sapere meglio di che natura fosse l'andrologo gli ha prescritto degli esami del sangue per comprendere il dosaggio di LH,PROGESTERONE,FSH E PROLATTINA BASE.I cui esiti hanno dato questo risultato :LH 12,28 i cui valori normali di riferimento vanno da 1,7 a 8,6.PROGESTERONE 0,37 in valori compresi fra 0 a 0,8 , FSH 8,8 i cui valori vanno da 2,0 a 15,0 e la PROLATTINA BASE che e' 12,32 in una scala compresa fra 4,04 e 15,2.A questo punto secondo il dottore si potrebbe procedere per una eventuale biopsia testicolare bipolare.Ora ovviamente da ignorante mi chiedo ma prima di pensare alla biopsia, proprio per accertare meglio la diagnosi e magari anche la causa non andrebbero fatti ulteriori esami?Come ad esempio l'analisi delle urine per capire se ci fosse anche un'eiaculazione retrogada e un ecodoppler scrotale?Infine premetto che mio marito da meta' aprile fino a qualche mese fa ha accusato molta debolezza e stanchezza dovuta ad infezione proprio perche' dalle analisi del sangue si era evidenziato un livello eccessivo di ferritina superiore a 500 e una diminuzione di globuli bianchi, quindi mi chiedo se la cosa potrebbe essere collegata portando quindi ad una azoospermia momentanea.A questo proposito potrebbe trattarsi di una situazione temporanea?Inoltre desideravo sapere se questo tipo di disturbo si potrebbe curare con eventuali integratori(tipo testosterone ecc..), senza ricorrere ad interventi. Un ultimo dubbio e' se bisogna necessariamente pensare a tecniche di fecondazione assistita per poter concepire.Spero in un vostro riscontro.Cordiali Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

se desidera sapere quali esami fare ed avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com