Utente 199XXX
Buongiorno,
quasi un anno che mi marito 39 anni ha problemi di erezione. Tutto ciò nasce da un periodo di forte stress. Questo riguardo abbiamo fatto, da consulto con il nostro medico di base, le seguenti analisi:

TESTOSTERONE 5,50

VITAMINA D 19

CORTISOLO 13

FSH 2,80

LH 4

PROLATTINA 12

17betaestradiolo < 20

DEA 5

Il nostro medico dice che sono esami nella norma però il nostro problema persiste. Chiedo un consiglio.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

se il problema di suo marito continua bene sentire in diretta un bravo ed esperto andrologo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 199XXX

Grazie dott. Beretta della risposta tempestiva.
Le analisi eseguite secondo lei vanno bene? Ho letto che la vitamina d bassa potrebbe portare dei problemi.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, in alcuni casi va integrata; senta sempre in diretta il vostro andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 199XXX

Mi scusi ancora secondo Lei è opportuno fare ulteriori esami?

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se il problema permane allora potrebbe essere utile anche una valutazione ecografica dell'apparato uro-genitale con ecocolordoppler delle arterie peniene.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com