Utente 492XXX
Salve, ho già scritto qui sopra precedentemente. Ho avuto episodiche perdite dell'erezione in passato, per motivi "ufficialmente" psicologici, ma io temo qualcosa di organico, e mi sono rivolto da un andrologo nel pubblico (anche molto ben referenziato). Lui non ha visitato il mio pene e i genitali, ma mi ha solo prescritto una cura di cialis e eiacumev per 3 settimane dopo aver visto le mie analisi del testosterone (sopra i minimi, ma comunque valori tendenti ai limiti bassi, e a 25 anni la cosa mi preoccupa). Premetto che sono anni che mi masturbo quasi compulsivamente (anche 4-5 volte al giorno), e solo ora contemporaneamente alla visita andrologica mi sono fatto forza e ho deciso di smettere gradualmente, sperando in benefici dopo qualche settimana sulla mia potenza sessuale (che in questo caso trattasi appunto di permanenza dell'erezione). Nonostante tutto vista la sintomatica, NONOSTANTE L'ANDROLOGO ABBIA ESCLUSO TOTALMENTE UN MOTIVO VASCOLARE A QUESTA ETA', vorrei andarci a fondo anche perchè l'esclusione di una patologia venosa mi aiuterebbe a tranquillizzarmi (il pensiero di rimanere con un pene quasi inutilizzabile a 25-30 anni mi mette a dir poco i brividi). Purtroppo l'andrologo mi ha sconsigliato esami invasivi a quest'età, quindi oltre a un'ecografia genitale (che farò per altri motivi), vorrei capire quanto possa essere utile, in quanto agisce direttamente sulla circolazione e pare abbia ottime percentuali di miglioramento, il vacuum device. Il problema è che, per quanto possa essere facile l'utilizzo, non mi fido a adoperarlo per "fai da te" senza la supervisione di un medico esperto (anche perchè i rischi ci sono). Le domande che voglio porvi sono queste:
1) Ora che ho smesso con la masturbazione (effettuata con la media di 3-4 volte al giorno per anni, ora sono 4 giorni di astinenza) è plausibile vedere dopo qualche settimana un miglioramento della potenza sessuale, della libido (quella ancora c'è fortunatamente) e della durata dell'erezione?
2) E' possibile effettuare delle sedute di vacuum device da un andrologo in loco, possibilmente nel pubblico ma mi va bene anche il privato? Se sì mi sapete anche dire il costo approssimativo totale? E possibilmente anche se ne valga la pena in base alle possibilità di successo
3) Mi potete fare un prospetto realistico dei casi in cui si possa sviluppare una patologia vascolare permanente a questa età? (Non fumo, bevo pochissimo, faccio attività fisica, sono 1.73 per 83 kg, leggermente sovrappeso pur avendo una costituzione robusta, ho un po' di grasso addominale ma a questa età è così rilevante?, analisi di routine tutte bene tranne valori renali un po' vicini ai minimi e uricemia leggermente bassa, operato per testicolo ectopico all'età di 8 anni)

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008