Utente
Salve, sono un ragazzo di 24 anni, da qualche mese ho difficoltà nel raggiungere e mantenere l'erezione. Premetto che assumo psicofarmaci, tuttavia secondo il mio psichiatra la cura che faccio non dovrebbe avere questi effetti sulla sessualità in quanto non è eccessivamente carica e non assumo antidepressivi ma solo ansiolitici durante il giorno e per dormire.
Mi sono rivolto ad un andrologo che mi ha prescritto una cura con blupill per un mese e cialis 10 mg due volte a settimana per un mese e mezzo. Adesso la situazione è migliorata anche se l'erezione non è ancora quella di un tempo. Lo specialista mi ha anche prescritto delle analisi del sangue che ho fatto, tutti i valori, compreso il testosterone sono nella norma, eccetto OH vitamina d (14.90). Volevo gentilmente chiedere se secondo voi questo può incidere sull'erezione. Aggiungo che sto vivendo un periodo di forte stress che, secondo il mio psichiatra, è causa della disfunzione.
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non sottovaluti lo stress poi sul problema Vitamina D si legga questa mia recente news:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/7995-deficit-dell-erezione-e-vitamina-d.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la tempestiva risposta, certo ho già in programma una visita di controllo, ho chiesto perché volevo sentire il parere di altri esperti!

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non si distragga e senta ora in primis ed in diretta quello che le dirà il suo andrologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#4] dopo  
Utente
Volevo chiedere se il problema fosse realmente solo di natura psicologica quali sono le strade percorribili. Riuscire a raggiungere la tranquillità interiore potrebbe risolvere il mio problema?
Ho letto il suo articolo, da quanto ho capito potrebbe esserci una correlazione fra vitamina D ma ciò non è ancora appurato, o sbaglio?

[#5] dopo  
Utente
Salve, sono tornato dall'andrologo, mi ha detto di fare 3 iniezioni di testosterone, 1 ogni 21 giorni, dalle analisi risulta a 3.82, mi ha detto che va bene, ma proviamo ad alzarlo un po' e mi ha dato delle compresse da prendere, ora non ricordo il nome commerciale, mi ha detto che è il viagra, da 25 mg 2 volte a settimana per 2 mesi. E sopratutto mi ha detto di non fissarmici che è la cosa peggiore e di contenere lo stress. Ora io ci sto provando ma è difficile, perché ho paura ei avere la vita sessuale compromessa a 24 anni. Permetto che non sono fidanzato da 3 anni e da allora non ho più avuto rapporti, quindi ad oggi tento di soddisfarmi solo con la masturbazione, anche se, mi sono reso conto, ormai è diventata più un 'test' per vedere se il mio pene risponde. Secondo voi così facendo aumento l'ossessione? Potreste darmi dei consigli sulla base delle informazioni fornite? Ovviamente continuerò a farmi seguire dallo specialista, ma penso che dei consigli extra potrebbero essermi utili!

[#6] dopo  
Utente
Ho dimenticato di aggiungere che lo specialista mi ha dato anche degli integratori per riportare a livello la vitamina D, dicendomi anche anche quella fa la sua parte.

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non drammatizzi mai e segua le indicazioni già ricevute.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#8] dopo  
Utente
Salve Dottore, vorrei aggiornarla sulla situazione e di nuovo chiedere un suo parere. Aggiungo che dal periodo che va da giugno a fine dicembre 2018 ho dovuto fare una cura con isotretinoina per acne resistente ad antibiotici, con cui avevo risolto il problema. Ora si è ripresentato e da 1 settimana ho ricominciato a riassumerla. Per quanto riguarda l'erezione ho avuto dei miglioramenti, delle volte anche delle erezioni spontanei, anche se la rigidità non era ancora soddisfacente, adesso da quando ho ricominciato ad assumere il farmaco è di nuovo sparita. Ci possono essere dei collegamenti?

[#9]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

in passato cono stati segnalati casi di disfunzione erettile associato all’uso di acitretina, prodotto vicino alla isotretinoina, ma generalmente risolti con la sospensione del farmaco,

Comunque anche in un altro studio prospettico per la valutazione dell’efficacia e della sicurezza dell’isotretinoina nella terapia dell’acne, sei pazienti avrebbero riferito difficoltà nel mantenimento dell’erezione insieme a sintomi clinici di depressione.

Da queste osservazioni sembrerebbe ipotizzabile una possibile anche se non sicura correlazione tra l’insorgenza di deficit erettivo e l’uso di retinoidi. Tale effetto potrebbe però anche essere secondario ad alcune reazioni psichiatriche, principalmente di tipo depressivo, sulla cui comparsa in seguito all’uso di retinoidi esiste una rilevante, seppur controversa, letteratura.

Risenta ora il suo dermatologo.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#10] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta, le pongo un'ultima domanda, avendo fatto la cura con isotretinoina per un lungo periodo (circa 6 mesi), e avendo di conseguenza evitato il sole per tutto il tempo, potrebbe esserci una correlazione col mio basso livello di vitamina D?

[#11]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#12] dopo  
Utente
Salve dottore, le scrivo per aggiornarla. Ho concluso il ciclo di 1 mese di isotretinoina e per il momento l'acne pare scomparsa, sperando che non si ripresenti. Per quando riguarda l'erezione riesco ad averla solo se stimolato e non è completa, anche se non completamente assente come la prima volte che ho scritto. Volevo chiedere, se in qualche modo, anche indiretto, la cura con isotretinoina avesse causato questo problema, dopo un totale di 7 mesi di cura con compresse da 20 mg al giorno, lei saprebbe indicarmi quando tempo è necessario affinché il mio corpo sia 'ripulito'?
Distinti saluti e buone feste

[#13]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Generalmente nei casi di disfunzione erettile associato all’uso di acitretina, prodotto vicino alla isotretinoina, si sono risolti con la sospensione del farmaco.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#14] dopo  
Utente
Grazie della risposta Dottore. Adesso ho sospeso l'isotretinoina da circa 3 settimane, non riesco ad avere una piena erezione, solo parziale quando stimolato. Non è del tutto assente come qualche mese fa ma il problema non è ancora risolto. Adesso ho concluso la cura prescrittami dall'andrologo (prendo solo gli integratori per la vitamina D, che mi è stato detto che dovrò assumere per qualche mese ancora anche dal medico di base) ma sinceramente non sono rimasto soddisfatto: lo specialista mi ha detto che le analisi del sangue sono in regola, non ha ritenuto necessario fare un'ecografia e mi ha solo detto di non pensarci. Tuttavia il problema sussiste ed io ancora non ho compreso se trattasi di un problema psicologico o c'è qualcosa a livello organico. Secondo lei dovrei rivolgermi ad un altro specialista? Le faccio un'ultima domanda, prendo ormai da diversi mesi 1 compresa al giorno di olanzapina lilly da 2.5 mg, dove sul bugiardino è nominata la disfunzione erettile. Il mio psichiatra dice che il dosaggio è così basso che ce crede sia impossibile ricondurre il problema al farmaco. Lei si trova d'accordo?
Cordiali saluti e grazie

[#15]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

bisogna sempre confidare sulle considerazioni cliniche finali fatte da un medico che ha potuto valutare in diretta la sua reale situazione clinica.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#16] dopo  
Utente
Salve dottore, le scrivo ancora per aggiornarla sulla situazione. Ho ormai da tempo concluso la cura datami dall'andrologo senza alcun beneficio e sto pensando di rivolgermi ad un'altro specialista.
Navigando in internet ho letto di sindrome sessuale post isotretinoina, non si trova molto ma ci sono testimonianze di persone che dopo questa cura non hanno più avuto una vita sessuale normale. Questa cosa mi inquieta molto perché ho paura sia anche il mio caso. Lei sa nulla a riguardo? La cosa ha un fondamento scientifico?
La saluto e attendo una sua risposta.

[#17] dopo  
Utente
Aggiungo un'altra domanda, nel caso in cui fosse imputabile principalmente a stress e ansia, cosa che ammetto di avere, questa si manifesterebbe anche durante la masturbazione o solo durante il rapporto?

[#18]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se il suo problema "fosse imputabile principalmente a stress e ansia ...questa si manifesterebbe anche durante la masturbazione e durante il rapporto...".
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#19] dopo  
Utente
Salve Dottore, le chiedo sempre riguardo l'isotretinoina. Premetto che domani ho la visita da un altro andrologo e vedrò cosa mi dirà. Leggendo su internet mi sono veramente spaventato riguardo alla sindrome post isotretinoina. Ho letto di pazienti che a distanza di mesi e più non hanno ancora recuperato la funzionalità erettile. Leggo anche che le modalità sono poco note e l'l'argomento è controverso. Lei sa nulla al riguardo? Sa dirmi se ciò che leggo ha base scientifica o le mie preoccupazioni sono inutili? Attendo risposta, cordiali saluti

[#20]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

come già scrittole: "in passato sono stati segnalati casi di disfunzione erettile associato all’uso di acitretina, prodotto vicino alla isotretinoina, ma generalmente risolti con la sospensione del farmaco,

Comunque anche in un altro studio prospettico per la valutazione dell’efficacia e della sicurezza dell’isotretinoina nella terapia dell’acne, sei pazienti avrebbero riferito difficoltà nel mantenimento dell’erezione insieme a sintomi clinici di depressione.

Da queste osservazioni sembrerebbe ipotizzabile una possibile anche se non sicura correlazione tra l’insorgenza di deficit erettivo e l’uso di retinoidi. Tale effetto potrebbe però anche essere secondario ad alcune reazioni psichiatriche, principalmente di tipo depressivo, sulla cui comparsa in seguito all’uso di retinoidi esiste una rilevante, seppur controversa, letteratura."

Risenta ora il suo dermatologo.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#21] dopo  
Utente
Salve Dottore, le scrivo per aggiornarla, 2 mesi fa feci un'altra visita da un'altra andrologo, che fu molto più esauriente del precedente specialista, si preoccupò di farmi anche l'ecografia e mi disse che non vi era assolutamente nulla di anomalo. Quindi non ritenne opportuno somministrarmi alcun farmaco e mi disse che secondo lui era dovuto prettamente allo stress e al pensiero ossessivo che rinforzava la cosa. Io mi tranquillizzai molto, nei giorni seguenti sentii di nuovo la libido aumentare e l'erezione era quasi come prima che si presentasse il problema, senza alcun farmaco!. Adesso a causa di esami di studio sto passando un periodo di nuovo stressante e avverto di nuovo un calo dell'erezione. Ma in particolare c'è una cosa che mi turba, perche dato che lo specialista a escluso ogni causa organica, mi è rimasto questo chiodo fisso. So che mi ha già risposto ma sento il bisogno di rifarle la domanda, mi scuso in anticipo.Ho paura di avere danni permanenti a causa dell'isotretinoina. Su internet, navigando in siti e forum inglesi si legge di molte persone che riportano tale problema e io mi sono molto spaventato. A questo punto non so se tale pensiero vada a rinforzare un problema che è in realtà solo psicologico (come mi auguro che sia) o se ci possa essere un fondo di verità, in quanto questo farmaco è molto discusso. Secondo lei il mio pensiero ossessivo, oltre allo stress potrebbe rinforzare tale meccanismo? Mi scuso se mi sono dilungato troppo, ma sentivo l'esigenza di spiegarmi chiaramente. Nell'ultimo anno ho affrontato dei seri problemi di depressione, probabilmente dovuti al farmaco in questione, adesso mi sto riprendendo, e il mio percorso di studi, nonostante lo stress che mi porta, è a conclusione e con risultati eccellenti. Risolvere definitivamente questo problema significherebbe per me riprendere il controllo della mia vita e poter progettare un futuro, cosa che, a 24 anni, fino a qualche mese fa credevo di non avere più.
La saluto, attendo una sua risposta e La ringrazio per l'attenzione.

[#22]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senta in diretta, a questo punto, anche il suo psichiatra.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#23] dopo  
Utente
Salve dottore, sono tornato dall'andrologo che mi ha fatto fare ulteriori analisi, le seguenti
Acth e cortisolo, che sono risultati nella media, e dhea solfato che è risultato essere sotto il minimo,
109,20 microdr/dl. L'andrologo mi ha dato una cura ormonale a base di deha da seguire per 3 mesi assieme a degli integratori di citrullina per favorire l'erezione. Secondo lei tale valore potrebbe avere incidenza sulla mia scarsa erezione e libido? Nonostante i miei livelli di testosterone siano nella media? Quale dovrebbe essere il normale valore per un ragazzo si 24 anni, a grandi linee?
Grazie mille, cordiali saluti.

[#24] dopo  
Utente
Nessuno che gentilmente potrebbe rispondere?