Utente 519XXX
Buonasera,

vi scrivo perchè durante i rapporti sessuali con il mio ragazzo, lui molto spesso accusa un dolore al glande, che gli passa dopo qualche ora. Non ha infezioni in corso e non ne ha avute negli ultimi anni, e il glande si presenta normale (non arrossato o irritato). Ha un pene molto lungo e credo che il dolore dipenda da quello: in alcune posizioni e nel periodo precedente e appena successivo al mio ciclo mestruale, lui sente più dolore, "come se, in fondo alla vagina, prendesse contro a qualcosa". Io non sento quasi mai male, tranne quando le spinte sono troppo profonde che accuso un male interno e profondo, ma che mi passa subito. In questi casi, non ho mai avuto perdite di sangue: ho fatto una visita ginecologica che mi ha confermato di non avere nulla e secondo la dottoressa il mio ragazzo tocca il collo dell'utero ed è quello che gli fa sentire dolore.
Ovviamente questo problema incide sui rapporti, in quanto sono sempre "preoccupata" che lui senta dolore e non siamo mai "liberi" di lasciarci andare.
Secondo voi da cosa potrebbe dipendere il suo dolore? Ci possono essere rimedi o posizioni più indicate? Non ha fatto nessuna visita specialistica per ora.

Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,da questa postazione telematica,qualsiesi risposta sarebbe un esercizio di fantasia.Non ho letti di visite andrologiche che avrebbero una logica basata su di una diagnosi obiettiva,strumentale e laboratoristica.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it