Utente 489XXX
Gentilissimo medici.
È possibile verificare se c’è una lesione alla radice della tunica albuginea con un elastomogramma eseguito solo nella porzione finale del pene non in erezione?
Perché dall’esame di scritto non risulta nulla.
L’andrologo di fiducia mi ha prescritto solo una pomata antinfiammatoria.
Ma l’etezione non è come prima, tende a non reggere e la base è dolente, specie quando guido.

cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

fatta anche una ecografia dei corpi cavernosi del pene?

Che dice il suo andrologo di fiducia?

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 489XXX

A detta dell’andrologo il suddetto esame è più preciso di un ecografia. Ormai sono passati quasi due mesi dal trauma.

[#3] dopo  
Utente 489XXX

Ha aggiunto che qualora ci fosse una lesione alla base, essa sarebbe irradiata per tutta tunica albuginea.
È il secondo specialista che cambio.
Per non spendere altri soldi , c’è un esame che tenga conto delle strutture anatomiche e vascolari inerenti alla base della tunica albuginea, così so che esame effettuare.
Sicuro di un consiglio che mi indirizzerà anche in una prossima visita andrologica.
Distinti saluti.

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le ripeto: ha fatto anche una ecografia dei corpi cavernosi del pene?

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Utente 489XXX

Non mi é stata suggerita ma alla prossima visita specialistica la proporrò insieme all’ecodoppler dinamico, sperando che l’esame da lei indicato analizzi anche la porzione del pene non emersa (non saprei come chiamarla).
Ho il referto dell’esame fatto se posso postarlo senza nome ho in forma privata.
la ringrazio per la pazienza è la disponibilità.