Pene piccolo a 19 anni

Salve a tutti.
Ormai ho questo problema dalle elementari.
Andando in piscina vedevo che i miei amici avevano il pisello molto più grande, infatti una volta hanno riso di me.
Questa cosa è andata avanti e ho sempre pensato "eh dai crescerà".
Quasi sempre quando pisco al mattino vedo se il mio pisello sia cresciuto o no, ovviamente è sempre lo stesso, e ci sto male.
Spero possa crescermi ma non chiedo tantissimo.
è sempre stato cosi.
3/4cm moscio e 11/12 in erezione.
Non so che fare.
Ho rifiutato alcune ragazze per questo problema è mi ritrovo a 19 anni, con il cazzo piccolo e vergine ancora.
Non so che fare e non ho speranze sinceramente.
La barba e i peli sono cresciuti e penso che ormai sia finita la mia crescita.
Questa cosa mi da problemi anche sotto la doccia a palestra e calcio e non potete capire, tutti nudi e io con le mutande.

è un problema serio che mi ha dato solo problemi e continuerà a darmeli.
Ho letto articoli e post che dicono "trova la ragazza giusta", ma non è cosi.
è una cazzata per andare avanti.
Si sa che alle ragazze piace lungo e deridono molto di noi, anche se alla fine io non ho colpe per le mie dimensioni.
Gia sono terrorizzato che se mi trovo con una tipa che mi tocca li sotto, io non ho nulla anzi se magari mi trovo fidanzato e dobbiamo farlo lei cosa prende in mano, un fagiolo?

Chiedo aiuto.
[#1]
Dr. Andrea Loreto Urologo, Andrologo 210 5
Buonasera Carissimo.
Il concetto di lunghezza è relativo, ma la necessità di lunghezza è intrinseca nei maschi.

Quello che noi pensiamo assolutamente necessario, forse per l'altra parte della coppia non lo è.

Il pensare che lei sia anormale, da come descrive il suo pene, mi sembra ingiusto.
Il pene si valuta in erezione e lei ha dichiarato 13 cm (anche non sapendo che punti di riferimento ha utilizzato per misurarli). detto questo le anormalità sono altre.

Ha mai eseguito una visita andrologica, ha mai parlato con il suo medico di queste angosce?

Forse, se si preoccupasse meno del "fagiolo", come lo chiama lei, e pensasse più a se vedrà che tutto sarà spontaneo.

Io penso che dovrebbe parlare con un andrologo del suo problema di persona e con calma, per trovare il bandolo della sua problematica e non appoggiarsi a falsi miti (oggi come oggi li chiameremmo fake news) che la deviano dal pieno vivere la sua vita.

Spero di esserle stato d'aiuto

Dott. Andrea Loreto
Roma - Reggio Emilia - Parma
+39 3515262627
Info@andrealoreto.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio