Problemi post intervento per pene curvo

Salve, sono stato operato il 17/2/21 per un problema di Incurvamento del pene all'insù di circa 60'.
Prima avevo una piccola curvatura congenita, del tutto accettabile e normale.
Poi ho avuto la malattia de la Peyronie, in seguito ad un trauma durante il coito con mia moglie.
Quindi mi reco da un urologo il quale mi ha fatto fare 6 iniezioni di Xiaplex, che non mi hanno dato nessun miglioramento, A quel punto l'urologo mi ha convinto x l'intervento chirurgico con graft per l'allungamento lato corto, con patch di pericardio di cadavere umano..., per evitare accorciamento del pene, cosa che sarebbe successa con la tecnica di Nesbit.
Inoltre mi ha rassicurato che avrei avuto un pene poi tutto dritto.
Bene, ad oggi dopo 2 mesi, mi ritrovo con il pene da 15 a 13 cm scarsi.
ancora curvo, (potrei dire come era prima! ) a cui si è anche aggiunta una marcata curvatura a sx, cosa che non avevo prima! con difficoltà a stare eretto (mai avuto problemi di erezione prima, mi stava sempre su da solo come niente) , il glande è praticamente insensibile, sento noduli su tutto il pene, e durante il coito, dopo 6 settimane dall'intervento, così come mi ha detto il dottore, pare di non sentire nulla.

Sono venuto 1 sola volta x disperazione in 5 tentativi, mentre prima non avevo mai avuto problemi a venire, anzi.
Mia moglie è chiaramente insoddisfatta e preoccupata, anche se cerca di tranquillizzarmi, e io sono nel panico più totale.
3 settimane fa, alla visita di controllo, il chirurgo mi ha detto che è normale, di non preoccuparmi, mi ha ordinato di fare stretching, 50 sec ogni giorno x circa un anno, dicendomi che recupererò la lunghezza persa, (la patch si deve stendere dice, ma! ) e la curvatura andrà a ridursi.
Ora, la settimana prossima, ho un altra visita di controllo, ma io da ignorante, sinceramente sento puzza di bruciato.
Secondo me non me la racconta giusta sto dottore.
È possibile che recupero lunghezza e curvatura facendo lo stretching?
A me pare una grossisima balla.
Spero vivamente di sbagliarmi, perché la situazione mi sta dando seri problemi psicologici di accettazione, depressione, frustrazione con mia moglie...ansia e rifiuto di pensare al sesso.
Ho paura che questo mi abbia rovinato.
Oltre che subire la circoncisione a 49 anni, che non è il massimo, mi ritrovo a vedere il pene sempre con la stessa curvatura, non diventa duro come prima, causandomi anche difficoltà a penetrare...una nuova curvatura a sx, più corto (da 15 a 13cm) e incapace di eiaculare! In ultimo, comunque, anche con quella curvatura che avevo prima dell'intervento, potevo fare sesso senza problemi, certe posizioni davano fastidio a mia moglie, ma cmq si faceva... Per favore datemi informazioni, chiedo aiuto, un parere tecnico, e informazioni reali, anche se brutte da sentirsi dire.
Voglio sapere la verità, così che alla prossima visita, sarò pronto a rispondere come si deve a questo dottore, che ho come la sensazione che mi abbia rovinato.
Grazie mille e cordiali saluti.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 419 2
caro lettore
lo xiapex è stato tolto ultimamente dal commmercio
alcuni specialisti italiani continuano a proporlo "a persone probabilmente molto benestanti" nonostante il costo del farmaco e della procedura. Quasi tutti gli interventi sulla placca comportano un sensibile accorciamento dell'asta . accorciamento che magari viene anche accettato se il pene ritorna perfettamente diritto ed efficiente ma che lascia dell'amaro in bocca e nel portafoglio se il pene invece rimane curvo, accorciato e meno "brillante"
Gli americani, (che non sono particolarmente stupidi) prima di un intervento chirurgico "delicato" consigliano sempre di sentire una "second opinion"
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dr. Pozza.
La ringrazio per la risposta, anche se mi ha fatto venire un colpo.. Premetto, io sono di Roma, ho 49 anni, ma dal 2015 vivo a Boston. Quindi l'assicurazione mi ha coperto tutto... Ieri ho fatto visita contr. e il dott mi ha detto di fare stretching 2 volte al giorno, per distendere la patch.. Così che la curvatura migliorerà e riprenderò la mia lunghezza. È possibile? Mi sembra strano... Per favore mi dica laverita. Sono nel panico più totale
[#3]
dopo
Utente
Utente
Proprio durante la visita, si era optato x l'intervento di allungamento lato corto con placca. Questo proprio xche nessuno accetta un pene più corto, e con questo tipo di intervento, mi aveva assicurato che non avrei avuto nessun accorciamento. Gia, persi più di 2cm su 15! Mi ha detto inoltre che la placa è stata parzialmente rimossa. E se dopo gli esercizi di stretching giornalieri x 6 mesi, la situazione non migliora, vuol dire che è stato fatto un errore nel valutare la dimensione della patch(o graft?) e che a quel punto si potrebbe procedere con altro intervento... Solo l'idea mi mette ancora più ansia e agitazione. È possibile tutto questo?? Un secondo intervento addirittura? E magari mi fa perdere altri cm?? Aiutooo
[#4]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 419 2
Caro lettore
il web può consentire giudizi generici ma non consente di esprimere giudizi specifici su casi particolari
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#5]
dopo
Utente
Utente
Dr. Pozza capisco, quindi però cosa mi suggerisce di fare??
Ha senso fare questi esercizi di stretching? Possono realmente migliorare il problema?
E inoltre, le è mai capitato di dover eseguire un secondo intervento per rimediare?
Io tra luglio e agosto verrò in Italia a Roma a trovare i miei genitori.
Potrei prendere un appuntamento con lei?
[#6]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 419 2
Caro lettore
non credo molto allo stretching
se vuole venga a farsi vedere quando ritorna in Italia
diegpo@tin.it

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#7]
dopo
Utente
Utente
Aiuto, sono a psicologicamente a pezzi...
Quindi, come immaginavo, questo dottore mi sta prendendo in giro, per guadagnare tempo...
Non ci posso credere, questo mi ha rivisto. E per fortuna che era considerato il numero 1 a Boston per questo tipo di interventi... Accidenti a me a quando gli ho creduto. Almeno prima, anche se curvo, potevo cmq avere rapporti, avevo una fortissima erezione e funzionalità totale. Adesso..no, non ci posso ancora credere, mi rivolgerò ad un avvocato x rovinarlo a questo dottore, bugiardo che non è altro...
[#8]
dopo
Utente
Utente
Mi sento totalmente male. Queste sue risposte mi stanno dando un colpo di grazia totale, perché mi sta confermando quello che io credo, pur non essendo un dottore, ma neanche un credulone ignorante.... Maledetto a me a quando gli ho creduto. Il migliore di Boston... Si si, certo...
[#9]
dopo
Utente
Utente
Scusi ancora dr. Pozza, leggevo in suo articolo sull' IPP, in cui scriviva:
"L’intervento chirurgico migliore è rappresentato dall’impianto protesico endocavernoso che elimina la curvatura, ristabilisce la lunghezza del pene e consente una normale attività sessuale in qualunque momento senza dover ricorrere a farmaci od ad iniezioni intracavernose."
Intende dire che avrei potuto risolvere il problema della curvatura facendomi inserire più semplicemente una protesi idraulica, piuttosto che farmi operare per la rimozione della placca tramite patch, con tutte le conseguenze che crea un simile intervento? Se così fosse, perché non mi è stata suggerita questa soluzione?
[#10]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 419 2
faro lettor
da lontano è difficile esprimere giudizi
la protesi peniena è sicuramente la soluzione migliore
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#11]
dopo
Utente
Utente
Capisco e concordo dott. Pozza.
Ma stavo cercando di capire se la protesi peniena poteva essere la soluzione sin dall'inizio, ed evitare l'intervento. Oppure se l'intervento per pene curvo era cmq da fare e in concomitanza dell'intervento inserire pure la protesi. Si sta riferendo a questo?

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio