Testosterone basso a un mese da orchiectomia unilaterale,devo rivolgermi a andrologo o endocrinologo

Buongiorno, ho 43 anni, ho eseguito un intervento di orchiectomia unilaterale circa un mese fa per estrarre un seminoma di circa 5mm in situ come da esame istologico, l'intervento è andato bene, a un mese dall'intervento gli esami di laboratorio sono tutti nella norma salvo il testosterone.

Sottolineo che i miei testicoli sono ipotrofici, il testosterone era già nei limiti prima dell'intervento a causa della mia infertilità e FSH alto (prima intervento testosterone 2, 74, FSH 28, 2, testosterone un mese dopo intervento 2, 41 valore di riferimento tra 2. 48 e 8. 36) Quindi a un mese dall'intervento il testosterone risulta stabile ma basso, vorrei sapere dopo quanto tempo dall'intervento si verifica l'ipertrofia vicariante da parte del testicolo superstite e se, tenuto conto che i miei testicoli erano ipotrofici e ho fsh alto, non mi devo aspettare di più dall'altro testicolo e quindi conviene eseguire terapia sostitutiva di testosterone. Nel caso in cui il valore tra un altro mese fosse ancora basso mi devo rivolgere ad un andrologo o ad un endocrinologo per l'eventuale terapia sostitutiva?

Non accuso sintomi particolari a parte qualche doloretto al collo in alcuni momenti e una eiaculazione un po' più precoce rispetto ai tempi prima dell'intervento.
Ma ho letto che valori bassi di testosterone possono portare osteoporosi e ridurre valori del colesterolo buono.

Grazie mille
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,7k 432 2
caro lettore
chieda parere ad uno specialista andrologo-endocrinologo che valuterà la terapia opportuna in questo delicato caso
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test