Utente 469XXX
Buongiorno, sono la moglie di un vostro iscritto ed avrei bisogno di un consiglio , tre anni orsono mi sono sottoposta ad una ablazione transcatetere per una aritmia sopraventricolare benigna e mi e' stato impiantato un REVEAL sottocutaneo per monitorare eventuali recidive o per rilevare una eventuale fibrillazione atriale.
Durante il monitoraggio , circa un'anno fa mi e' stata registrata una breve aritmia ventricolare ( circa 10 salve ? !) mi hanno spiegato che e' durata solo qualche secondo..dal cardiologo definita poi come "INCIDENTALOMA " da allora piu' nulla.
Sono una donna di 49 anni leggermente sottopeso e un pochino ansiosa.
Dovrei ora sottopormi ad una colonscopia (padre deceduto per cancro al colon), e sono molto preoccupata in quanto temo eventuali aritmie pericolose durante la prepazione o la colonscopia stessa.
Inoltre ho gia' sperimentato (per ben due procedure precedenti) che l'assunzione di Fentanest (non so se perche' in associazione con il midazolan ) mi provoca marcata ipotensione e sopratutto vomito persistente ( che mi viene poi attenuato con flebo di Plasil)
Vorrei una vostra opinione circa l'eventualita' di insorgenza di aritmie e circa l'utilizzo del Fentanest.
Grazie mille e buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non vedo rischi particolari.
Sinceramente io consiglio sempre la colonscopia senza sedazione (anche quando debbo eseguirla io stesso) in quanto le eventuali complicanze verrebbero immediatamente avvertite dal paziente.
Se proprio fosse indispensabile la sedazione puo' essere impiegato il midazolam, molto maneggevole ed efficace.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 469XXX

Grazie mille gentilissimo Dr.Cecchini , efficace e veloce nella risposta.
Buona Giornata.