Utente 210XXX
Gentili dottori,
soffro di reflusso gastroesofageo da diversi anni. Ciclicamente in cura con inibitori di pompa per tenere a bada i sintomi, anche se ultimamente sembra facciano sempre meno effetto. Dopo l'ultima sospensione all'incirca 2 settimane fa si sono presentate delle extrasistoli o comunque delle aritmie cardiache (non è la prima volta). C'è da premettere che a cavallo tra la sospensione del farmaco e l'inizio della sintomatologia ho abusato di alcuni cibi vietati... La sintomatologia che però mi ha preoccupato non poco risale a circa 3 giorni fa ed a causa di questa stavo per recarmi al pronto soccorso: bruciore in petto che si irradiava lungo la gola fino alla mandibola ed al di sotto della scapola sinistra, torpore al braccio sinistro che ha interessato dito medio, anulare e mignolo. In passato ho avvertito già questo senso di torpore al braccio ed i dolori retrosternali, ma non tutti questi sintomi insieme! Mi sono molto preoccupata, anche perchè questi sintomi sono durati per diverse ore ed il bruciore per più di una giornata. Non ho mai sofferto di problemi cardiaci (ultimo controllo con ecocardio risale a circa 3 anni fa) ma ho pensato che tutto fosse possibile. Soffro anche di problemi di ansia generalizzata ed ultimamente sono stata sotto stress, ma nel mentre non ho avvertito alcun sintomo che interessasse il cuore.
Sono consapevole che telematicamente sia difficile fare una diagnosi, ma secondo voi la sintomatologia che mi si è presentata potrebbe essere correlata a problemi cardiaci o di altra natura?
Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Assolutamente NON di pertinenza cardiologica
La saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 210XXX

Grazie per la celere risposta.
Cordiali saluti