Utente 154XXX
Salve, il mio consulto è per chiedere delucidazioni in merito ad alcuni sintomi che mi hanno portato al pronto soccorso in codice giallo ,che ho da giovedì scorso. Premetto che a metà dicembre sono stata affetta da flebite e che all'inizio di gennaio ho avuto un trombo profondo e sto facendo ancora punture di eparina. Ho la malattia di Behcet e sono anche trombofilica per mutazioni genetiche, in forma eterozigote. Veniamo al motivo del consulto : da giovedì ho iniziato ad avere una forte tachicardia con fitte al petto fiato corto ed emicrania. Ho consultato il reumatologo che mi segue che ieri mi ha fatto andare da lui in studio e poi mi ha mandata al pronto soccorso in codice giallo per presunta embolia polmonare. Qui dopo tutti gli accertamenti hanno escluso embolia polmonare Tuttavia hanno confermato la tachicardia sinusale a 140 battiti al minuto a riposo ,pressione alta 120 180 e dall'elettrocardiogramma ho un modesto sotto slittamento dell'onda ST, anomalie dell'onda T e r piccola. Mi hanno dimessa dicendo di stare a riposo ma non hanno fatto gli enzimi cardiaci. Il mio problema è che se mi muovo o mi alzo dal letto i battiti salgono ancora di più soprattutto quando vado in bagno. In attesa della visita dal mio reumatologo, che è settimana prossima chiedo a voi cosa mi consigliate di fare a cosa potrebbero essere dovute queste anomalie dell'elettrocardiogramma. Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Come hanno escluso l'embolia polmonare ? con il dosaggio del D dimero? Con una TC con mezzo di contrasto?

Grazie

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 154XXX

Buonasera. Grazie per la celere risposta. Hanno fatto le analisi del d-dimero e misurato l'ossigenazione del sangue entrambi negativi. Come terapia anticoagulante sto facendo Fluxum da 4000 dal 18 di dicembre. Per quanto riguarda l' anomalia dell'onda T c'è scritto che è piatta nelle inferiori.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se il D dimero fosse risultato totalemente negativo significherebbe che lei NON ha avuto alcuna embolia polmonare
il dosaggio del Fluxum mi pare molto basso.
almeno 6000unita ogni 24ore

arrivederci

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 154XXX

Buonasera dottore, infatti la mia preoccupazione non è per la presunta embolia polmonare ma per la tachicardia e per le anomalie dell'ECG.
Per quanto riguarda l'eparina ,dalla diagnosi clinica di trombosi profonda , ho fatto due punture al giorno per 3 GG. Il d-dimero è di 0,40 con intervallo di riferimento di 0.00- 0.57.
Hanno effettuato un emogas con la saturazione a 97%. Da qui è stato escluso l'embolo. Non hanno saputo dire nulla della tachicardia, della pressione alta e delle anomalie, rimandandomi a visita reumatologica. Ho l'appuntamento fra una settimana per cui vorrei un parere a riguardo e un consiglio su cosa poter fare oltre al riposo.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
in realta la diagnosi con la emogas si pone o si esclude verificando che non ci sia alcalosi respiratoria e non solo con la sarurazione.
comunque se è stata esclusa la embolia polmonare la frequenza cardiaca puo essere ridotta con farmaci se necessario
ha eseguito anche il dosaggio ormoni tiroidei?


arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 154XXX

Buongiorno gentilissimo dottore, si mi hanno anche fatto il dosaggio del TSH, risultato nella norma. Per quanto riguarda i betabloccanti il mio medico curante (dal quale sono andata ieri) ha detto che forse è meglio aspettare e sentire il parere del reumatologo, visti i numerosi problemi di salute. Stanotte tuttavia sono stata svegliata più volte dalla tachicardia e da extrasistole. Le chiedo anche se le alterazioni ECG potrebbero essere dovute alla tachicardia o sono un problema a parte per cui è utile un controllo da un cardiologo? PS: dalle analisi del pronto soccorso sono risulta leggermente anemica (ma lo sono da anni e non posso fare la cura con il ferro perché non lo tollero e ho anche problemi intestinali, per cui tentiamo di tenere a bada l'anemia con l'alimentazione) , il quadro dei sintomi può essere dovuto a questo?
Cordiali saluti e buon lavoro.

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L' ECG e' coome un film...ed occorre vederlo con i propri occhi per valutare se sia bello o meno.
Esprimersi su esami che solo altri hanno potuto vedere non e' corretto. Me lo puo' inviare per un parere, se vuole, via mail cecchinicuore@me.com,purche' sia corredato di nome cognome , data e luogo di esecuzione dell'esame

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 154XXX

Grazie mille, le ho appena inviato una mail.

[#9] dopo  
Utente 154XXX

Buongiorno gentilissimo dottore, ritorno con delle novità: una decina di giorni fa ho fatto un altro pronto soccorso per dolori toracici. Mi hanno fatto due ECG, una tac e una ex toracica. Il cardiologo ha detto che il primo ECG, quando c'era il dolore era brutto. La tac non ha evidenziato nulla tranne un' ipodensità triangolare riferibile a ipertrofia timica. Il cardiologo, visto l'ecg , con il forte sospetto di coronaropatia , mi ha fatto fare una SPECT MIOCARDICA. Stamattina ho ritirato l'esito
Risultato: lievi difetti di perfusione, evidenti solo sulle immagini dopo stress, in sede settale e inferiore, suggestivi di ridotta riserva coronarica.
ECG: ECG basale sono presenti diffuse alterazioni della ripolarizzazione (st stirato) che non si modificano significativamente con l'esercizio o nel recupero. Non aritmie.
Lei cosa mi consiglia di fare (per esempio altri accertamenti)? Potrebbe essere l'ipertrofia timica che schiaccia sulle coronarie a provocare tutto ciò?
Non ho neppure un cardiologo di fiducia a cui rivolgermi e Lunedì andrò dal mio medico curante.
La ringrazio anticipatamente.

[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
non diciamo sciocchezze...il timo che comprime le coronarie...
se ha una scintigrafia miocardica sospetta per ischemia, deve prigrammare una coronarografia.
le faccio tuttavia presente che lei è gia stato sottoposto ad un numero non indifferente di irradiazioni....

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#11] dopo  
Utente 154XXX

Va bene dottore, la ringrazio tantissimo, Lunedì andrò dal medico curante e mi farò prescrivere la coronarografia...

[#12] dopo  
Utente 154XXX

Scusi ancora dottore, ho dimenticato di dire che ho fatto anche un holter pressorio, a gennaio, e sono risultata ipertesa con picchi massimi di 182/113 e138bpm...
Quando sono andata al pronto soccorso il cardiologo mi ha prescritto la cardioaspirina 1 compressa e il bisoprololo da 2.5 mg x due volte al giorno. Continuo con la cura in attesa del medico curante?
Grazie mille

[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi faccia capire ...lei pensa che io possa sapere se la terapia è giusta per lei che non L ho mai visitata?
Teoricamente ha un suo senso . Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#14] dopo  
Utente 154XXX

Buongiorno, volevo solo sapere se devo continuare la cura, secondo lei, oppure mi conviene aspettare di essere vista da un cardiologo. Mi rendo conto dei limiti di un consulto a distanza...
Grazie di tutto.

[#15] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Come le ho detto l terpia che ha indicato ha un suo senso , stara poi al suo cardiologo sistemare la terapia al meglio.
Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza